Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non solo aforismi :Dio ci ha dato due orecchie e una sola bocca

Risultati immagini per aforismi romani

                                                immagine da http://aforismiromani.tumblr.com/

Introduzione

È innegabile aforismi,citazioni,estratti da grandi discorsi,e molto altro ancora sono un insieme di poche frasi che contengono concetti,significati,metafore importanti e spesso veritiere.
Quando ne leggiamo uno nuovo la prima volta un breve moto dell’anima o della psiche si mette in atto,spesso  però non trova seguito.
Lì troviamo ovunque nei libri,nelle bacheche dei tanti social del web,ovunque,ne siamo circondati,e dall’evento delle “rete” ormai sono tendenza.

Ciò che  mi chiedo spesso è: –chi posta questo o quell’aforisma sa davvero cosa posta,ci crede davvero,l’ha sperimentato sulla sua pelle,gli ha cambiato la vita o anche un solo giorno della sua vita?. O forse lo trova semplicemente bello e tutto finisce lì  fino al prossimo aforisma?
Spesso non si conosce nemmeno l’autore di questa o quella citazione,ad esempio è famosa quella di Edison che tentò mille e più volte di inventare la lampadina,è gettonata per sottolineare l’importanza della caparbietà,di non mollare eppure Edison fu un grande stronzo per avidità e paura nei confronti di Tesla, ecco questo piccolo
dettaglio è assai trascurato se non quasi sconosciuto,ma il fine giustifica i mezzi e per insegnare a non mollare va bene anche Edison,meglio puntare verso il fine e tralasciare il chi,come e quando altrimenti di aforismi o citazioni  degni di essere ricordati ed usati come esempio  ne resterebbero probabilmente ben pochi.Ma anche dal cattivo esempio possiamo imparare.

Adesso io non so se quel che scrivo avrà un seguito ma a tutte queste mie curiosità mi piacerebbe trovare risposte anche sincere.Non credo vi sia nulla di male in certi ambiti predicare bene e razzolare male,credo che lo sappiamo tutti quanto fra la teoria e la pratica vi sia differenza,quanto pur apparendoci illuminanti,saggi e veritieri questi, chiamiamoli suggerimenti di vita, siano in realtà difficili da mettere in pratica.

Il post:

Dio ci ha dato due orecchie e una sola bocca,
proprio per ascoltare di più e parlare di meno.”
(detto popolare)

Detto bellissimo.Ma quanto  in realtà è messo in pratica?

Per quanto mi riguarda a volte parlo troppo,ascolto poco,Altre volte compio il miracolo ascolto molto e parlo poco.Altre volte mi trovo in bilico fra le due cose,dove non è la saggezza di questo detto a fare da sovrana nel mio essere ma le mie incertezze e le mie perplessità. Insomma fra il sapere e il non sapere scelgo di tacere.

Scherzosa,ironica apparentemente di semplice attuazione,una forte presa di coscienza  la citazione  romana dell’immagine,,.ma quante volte ce lo siamo detto e quante volte ce ne siamo scordati di mantenere  fede a quel proposito di voler essere felici senza dover necessariamente aspettare le scialuppe di salvataggio? Felici a qualunque costo!

Self poltreit di una rosa

Risultati immagini per .rose

"Non c'è niente di più difficile per un pittore veramente creativo nel dipingere una rosa, perché prima di tutto deve dimenticare tutte le altre rose che sono state dipinte."
(Henri Matisse)

La letteratura è piena di rose...il fiore dei poeti.
Le rose sono associate all'amore,le loro spine al dolore dell'amore.
Il colore delle rose sono tanti e sfumati come la personalità della donna.
La rosa se rossa per eccellenza il simbolo della sensualità femminile.
Il suo profumo è intenso al medesimo tempo delicato,inebriante,riesce a distoglierti da ogni pensiero.Ti  porta a volte lontano.
Il suo profumo forse insieme a quello di lavanda in un modo o in un altro è l'aroma più presente nelle case d'ogni tempo,di ogni generazione, presente in giardini spartani così come nei meravigliosi giardini delle bellissime regge.

La rosa a parer di tutti è regina per eccellenza.

Ma la rosa ha anche il suo lato mistico ed esoterico:

La Rosa è  simbolo della realtà in divenire.La Rosa,per la sua forma ha similitudine con il pentacolo e la stella a cinque punte. 
La Rosa a cinque petali rappresenta l’elevazione spirituale dell’uomo. In quanto tale, rappresenta l’evoluzione, la transizione dallo stato profano allo stato sacro.La Rosa con otto petali è simbolo di rigenerazione; per questo venivano portate sulle tombe degli avi e offerte ai defunti.
Simbolo di soavità, di grazia, di bellezza, di perfezione e di purificazione nello spirito; è il fiore più espressivo, simbolo d’amore e di dolore. Inoltre la Rosa, che con le spine cerca di difendersi dalla profanazione, simboleggia anche riservatezza e silenzio. La Rosa è stata in ogni tempo l’emblema della bellezza, della vita, dell’amore. Secondo la mitologia greca e romana la Rosa è nata dal sangue di Adone e da quello di Venere, per questo rappresenta l’amore che genera e riproduce la vita.
Ecate, dea degli inferi, era talvolta rappresentata coronata di Rose a cinque petali: il cinque indica la fine di un ciclo e l'inizio di uno nuovo. Simbolo anche della riservatezza una Rosa stilizzata a cinque petali fu spesso utilizzata per ornare i confessionali con la scritta "sub rosa", sotto il sigillo del silenzio e della discrezione.
da www.mitiemisteri.it

Nella tradizione cristiana ed in quella orientale questo orientamento spirituale è prevalente, la rosa è la vita, la resurrezione, e l’immortalità del credente. E’ la coppa del sangue del Cristo, è il cuore del Cristo, ma pure la femminilità e bellezza sublimate della Vergine, la rinascita mistica e la purezza, la rigenerazione e la contemplazione.
È l'elemento centrale nell’ iniziazione ai misteri di Iside: veniva mangiata alla fine di un percorso finalizzato all’ incontro con la Dea, alla conquista di una nuova umanità e di un amore libero da pulsioni sessuali, istinto e lussuria.

Le spine sono inevitabili per rosa
Le spine che emergono sugli steli, assumono di conseguenza un valore polare rispetto alle qualità di cui sopra.“Non c’è rosa senza spina” recita il proverbio, non c’è amore senza sacrificio, non c’è bellezza senza neo, non c’è passione o legame fisico senza distacco, non c’è spiritualità o altruismo senza dedizione o rinuncia. Questo carattere di “coniunctio oppositorum” è fondamentale nel simbolismo della rosa nei sogni, tanto da renderla un emblema alchemico, segno di trasformazione, di evoluzione e dispiegamento, di sviluppo ed ideale. da la Rosa nei sogni
http://guide.supereva.it/sogni/interventi/2006/05/254897.shtml

Il fiore delle streghe e il fiore prediletto dalle fate,il fiore delle divinità femminili.

La rosa nelle favole è quasi onnipresente proprio grazie al suo forte simbolismo.

La rosa e i suoi molteplici colori  ognuno di essi simboleggiano rappresenta una qualità ed un sentimento specifico .

Vi sarebbe molto altro ancora da scrivere sulla rosa.Per quanto mi riguarda non ho mai amato particolarmente questo fiore, né  mai l’ho contemplato profondamente e preso in considerazione i suoi significati simbolici.Il suo profumo mi riporta a molti ricordi dell'infanzia, apprezzo certamente  la sua bellezza come amo il suo profumo però nelle rare volte che metto  dei fiori nei il mio vaso difficilmente si tratta di una rosa.Non  ne provo astio ma nemmeno amore.

Per saperne di più:
http://www.lacompagniadellerose.com/?p=779

La rivincita sul mio delirio: parte seconda

Risultati immagini per india tramonto

Al mondo ci sono persone bellissime,intendo dentro di sé. Al mondo ci sono persone capaci di fare cose meravigliose.
Fra la gente vi sono molti maestri e maestre che possono diventare la tua bussola quando ti perdi,o la stella polare nella tua notte.
Al mondo ci sono persone di una spontaneità incredibile. Persone con mani e braccia aperte protese verso la vita, verso gli altri.
Ci sono persone che non si vergognano di abbracciarti anche se non ti conoscono.
Ci sono persone che rispondono ad una tua gentilezza con una mano appoggiata sul cuore facendo un breve inchino.
Al mondo ci sono persone che il solo fatto di conoscerle è già di per sé una grande meraviglia e un grande dono.
Ci sono persone che staresti ad ascoltare per ore.
Persone che quando le incroci ti si illumina il sorriso al solo vederle,persone che entrano nella tua vita anche per un solo istante, non ne conosci il nome eppure sono un raggio di sole in un momento che sembrava esserci spazio solo per una tempesta.
Al mondo ci sono persone che dicono parole che non t'aspettavi di sentire, parole che compiono dentro di te una magia e se non  farà da subito effetto l’avrà nel tempo, perché un giorno d'innanzi ad un muro invalicabile te le ricorderai quelle parole,oppure quando inaspettatamente ti accorgerai di essere felice nella pura gioia di un attimo di consapevolezza in cui comprendi  di esistere nel mondo e oltre il mondo,te le ricorderai. E quest'ultima cosa è ciò che vi auguro: di vivere molti attimi di gioia consapevole.

Al mondo ci sono persone che danno tanto,con il loro esempio,con il loro essere, e lo senti che ti vibra tutto attorno,ti vibra dentro.
Ci sono anche persone che scrivono,scrivono molto, hanno scritto anche per te: le cose che non sai dire,le cose che senti dentro a cui non sai dare una forma, un volto, un nome,loro l'hanno saputo fare anche per te.
Al mondo ci sono persone per cui varrebbe la pena di donare il tuo tempo,tempo ad ascoltarli,tempo ad aiutarli,tempo per conoscerli e scoprili.
Al mondo ci sono persone che usano parole semplici per parlati di qualcosa di profondo e difficile,parole semplici ma ti scaldano il cuore.
E poi ci sono persone che usano parole semplici perché vogliono farsi capire e non apparire.Vogliono donarti la loro conoscenza ed esperienza non mostrarti ciò che conoscono e quanto valgono.

Noi vogliamo vedere solo male,vogliamo credere solo all'esistenza  del cinismo,dell'opportunismo. Indichiamo gli altri ma non rivolgiamo mai quel dito verso noi stessi. Noi siamo assopiti e ormai refrattari al male, all'ingiusto, tanto da  apparici pazzo chi osa mostrare i sentimenti più belli ed è felice nonostante tutto.
Mentre scrivo questo ho nel cuore la voce di una persona, formidabile,speciale.Una di quelle persone che fa la differenza,una di quelle persone che senza sapere di insegnare  ha insegnato e mi ha insegnato molto,anche quello che ora sto scrivendo.Una persona che quando visualizzo il suo viso ritrovo la pace,che quando congiungo le mani sento il suo essere vibrare in me.Una persona con cui sarebbe valsa la pena nel bene e nel male percorrere chilometri e chilometri di vita se mi fosse stato concesso.

In un mondo così tutto questo sembra difficile da credere eppure esistono persone così.


Mentre scrivo penso a pochi versi ma essenziali  di una poesia trovata in un oroscopo...il mio oroscopo per la precisione,si quei stupidi scritti di chi ha la pretesa di prevedere un futuro che non si può prevedere, e non si capisce come però qualcuno guidi la loro mano e la loro mente fino al punto da farti dire "oh cazzo,questo stavo aspettando" come queste strofe:
“Quella che credevo fosse la fine si è rivelata il centro.
Quello che credevo fosse un muro di mattoni si è rivelato un tunnel.
Quella che credevo fosse un’ingiustizia si è rivelata il colore del cielo” da A color of the sky di Tony Hoagland

È da una settimana che mi risuonano dentro queste parole, che silenziosamente e mentalmente le ripeto. È una settimana che mi sforzo di guardarmi attorno per vedere la fine, il muro, l'ingiustizia e di trovare il centro, il tunnel e il colore del cielo. È bastato arrendermi, scoppiare e subito dopo lasciare andare che non hanno tardato a mostrarsi. Una ad una...

Oggi al lavoro un cliente mi ha insegnato come si dice in greco buongiorno; si dice kalimera, lo ha fatto portando una mano sul cuore seguita da un breve inchino della testa, il suo sorriso era grande...
Kalimera suona bello mi da l'idea di serenità, pace, gioia.
Mentre scrivo si è fatta sera, ho cercato come si scrive buonasera in greco: kalispera.
Anche questo termine mi piace, suona bene, è pieno di speranza e sogni,suona di riposo e tranquillità.

Quindi a chi passa di qua e mi ha concesso la bontà di leggere fino alla fine di questo lungo post gli auguro kalispera.

 

Delirio di inizio estate

 

                                        immagine da http://renatevannijen.com

Cosa è successo? Direi molto terra terra e che cazzo ne so!
Il caldo? O forse  sarà la mia storia infinita con il dentista,finalmente dopo due mesi ho fatto la tac.
Oppure Il lavoro,chiunque avesse un briciolo d'incoscienza avrebbe già fatto dietro front e mandato tutti a quel paese.Non ho mai assistito ad una guerra fra poveri  fancazzisti in questo modo.
Una fiacca che farebbe presumere di avere contratto la sindrome da stanchezza cronica.
Nella testa più che pensieri ho la nebbia,vuoto...che cazzo ne so che cosa ho nella testa.
Madonna come mi sta stretto questo sistema, come mi sta stretto tutto.
Ma quante minchia di regole, doveri,imposizioni,ma quanto troppo di tutto.
Ma nel mio 'animo oh caspita c'è un barlume di sentimento che s'alterna a cicli di cinismo. Momenti di bontà divina e di cattiveria umana.

Tutto quello che ho scritto sopra farebbe presumere a qualcosa di lunga data,sbagliato la giornata veramente più incazzosa,fiacca,apatica,demoralizzante è oggi.
Tutto questo farebbe presumere che oggi sia proprio andata di merda...e no! Una cosa bella c'è stata, mi sono fermata con l'auto diligentemente vicino alle strisce pedonali per far passare un signore e costui mi ha sorriso e con la mano mi ha mandato un bacio.Grande!.

Voglio considerarla una benedizione...chissenefrega se non è così o forse lo è, le vie del signore sono infinite.

E va bene,passerà anche 'sto ciclo.

Tutto fa brodo e tutto fortifica

E poi ci mancava di leggere un paragrafo di un libro sul cambiamento di Saint Germain,c’era scritto più o meno una cosa del genere : anche i tuoi sogni saranno più forti e prepotenti,e le cose che accadranno nei tuoi sogni potranno essere anche  spaventose…; questo il segno del cambiamento in corsa…indovina un po’ è quello che mi sta accadendo da qualche tempo…faccio sogni alla mo’ di Jung per intenderci. E questo dice molto,tanto è vero che mi aveva già dato da pensare ‘sta cosa.
Simboli, personaggi strani, parole strane…sarò sulla via dell’illuminazione? O della rivelazione del mio sé?…Boh!

E poi la mia sorellina Eghetta che da un po' di tempo non c’è  e mi manca...sarà la quiete prima dell'ennesima tempesta? Oh Gesù non vorrei che Eghetta si sia integrata totalmente con me...Eghetta ridammi il mio io,la mia troppa quiete difronte a tutto ciò temo che stia diventando inerzia e vuoto senza azione.
Eghetta torna presto,ovunque tu sia andata a fare chissà cosa...torna appena puoi.Ti voglio bene anche se litighiamo sempre,anche se non taci mai,anche se t’incazzi,anche se sbagli e fai casini,anche quando a volte sei sottilmente stronza e ci godi nell’esserlo.Torna presto piccoletta!

 

Ogni scrittore porta un messaggio

 

Ogni scrittore porta un messaggio, dà senso e forma alle sue idee narrandocele e dipingendo pagina dopo pagina un quadro unico. Finita la storia che avete amato, tornate in libreria per scoprire quella pubblicata prima o dopo. Rintracciate il percorso fatto dall’autore. Perché ha scritto proprio quella cosa in quel momento della vostra vita? Ecco, quello che sta capitando a voi, vi trovate in un momento in cui volete trovare delle risposte, confrontarvi con qualcuno che ha vissuto prima di voi, per sapere come ha reagito di fronte ai cambiamenti bruschi, alle avversità, ad un amore perduto o lontano. Trovare il proprio scrittore di riferimento è come trovare un’anima gemella, più lo si conosce più lo si percepisce come un amico lontano. Sarà sempre con voi, sulla mensola della libreria.

da libreriamo.it

Self poltreit: le nuvole

          

Risultati immagini per nuvole e forme

 

Dopo aver fatto il cielo, Dio creò le piante e gli animali, guardando le nuvole.
(Igor Yuganov)

Potrei anche credere a Yuganov.Guardo le nuvole e mi accorgo di ci crederci per davvero,anche Dio da qualcosa sarà pur stato ispirato.
Forse le nuvole le creò per caso, probabilmente le considerò  pure come un bizzarro banale errore;  osservandole però si sarà  detto -caspita che meraviglia di forme- e fu  così che creò tutto il resto.
O forse semplicemente la natura ha dato vita alle nuvole creando un magico miscuglio alchemico per tenere in equilibrio le stagioni e dissetare la terra.

Comunque sia dalle nuvole ogni bambino è attratto e meravigliato nel riconoscervi quando un gatto quando un topo,una casa o un volto...
La similitudine delle "cose", le nuvole, in cielo con quelle in terra credo che non trovi una vera spiegazione ma  le teorie  fantasiose e poetiche restano pur sempre  le più belle da prendere in considerazione che non siano vere di  importanza  ne ha poca  o forse chissà in parte potrebbero esserlo davvero.

Mi piace anche il pensiero  di Fulvio Fiori
”Le nuvole sono palloncini gonfiati ad acqua.Il fulmine è lo spillo che le buca.Ed ecco fatto un gavettone al mondo.”
in fine anche questa frase frase di iBlulady è bella e un po’ veritiera.
"Le nuvole mimano quel che racconta il vento"