Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Fase cazzeggio: Sto!

 Risultati immagini per cavallo marrone mare



Come sto?
Né bene né  male. Sto! Immensamente e fortemente "sto".
Sto nel periodo più strano che abbia mai conosciuto nella mia vita.
Non riesco neppure a raccontarlo qui. 

Desideri che si avverano, coincidenze che si svelano e in tutto questo vi è un enorme paradosso.

Pensavo di fare male, di ferire i sentimenti di una persona con la mia  scelta invece  paradossalmente forse   è l'inizio della sua vita, la ricostruzione di se stesso. Dio solo sa quanto lo vorrei.

Emozioni forti, vissute fin in fondo. Credo di non aver mai pianto con tanto sincerità e umiltà come nelle ultime due settimane. 

Incertezze, mi sembra di camminare su un campo disseminato d' incertezze eppure mai mi è stato  tutto più chiaro come ora.
Fra le incertezze create dagli opposti, fra bianco o  nero io esco realmente allo scoperto.

Sono costretta a superare i miei limiti, costretta ad affrontare me stessa. Questa volta la vita non vuole sentire "seghe" - oh bella hai scelto, hai chiesto, adesso pedala-.

Sto prendendo dimestichezza con la Libertà. Prima avevo solo una vaga idea di cosa fosse davvero.

Mi sto liberando da qualcosa che mi faceva male, di cui sono la sola responsabile e paradossalmente il risultato è sorprendente 
un po' come in un racconto che ho letto.
Più o meno le parole erano queste, qui le riporto a caso,  tanto per intenderci :
" ti ricordi il tipo che hai salvato? Ecco hai salvato un assassino che ha ucciso un' altro tizio, ma quel tizio avrebbe distrutto il mondo. Ti ricordi il ragazzino a cui hai rotto il polso e ha dovuto smettere di suonare il violino? Ecco gli hai fatto un favore, non voleva suonare il violino, detestava il violino, ha iniziato a fare box ed è diventato un campione." questo mi sta capitando, nulla è come appare, nulla è come credevo che fosse ed io questo disegno Divino fatico a comprenderlo ma mi sorprende continuamente. Dopo le mie resistenze iniziali, lascio fare...non ci si oppone alla vita.

Troppe le parole non dette. Troppi sì che erano in realtà un no a me stessa.
Troppo "dovere" in dovere verso tutto e tutti mancando di esserlo verso me stessa.


Sulle pagine del mio diario ho scritto qualche giorno fa:

Dio mi ha regalato una scatola dove dentro ci sono tante cose per costruire altrettante cose.
Io invece sto qui seduta sul pavimento e non so da dove iniziare.

Ho trovato e scoperto  un nuovo "amico immaginario", un cavallo.È  qualcosa di difficile da spiegare, qualcuno lo chiama  "spirito guida",qualcosa di vero in questo c'è, ora lo so. Ho tremendamente bisogno della sua forza, del suo equilibrio, del suo forte e selvaggio senso di libertà.

Mi sto "creando". Eghetta e Scimmietta sempre al mio fianco...una Triade infallibile e magica.


Nel frattempo mi sono alzata dal pavimento...il resto è una storia che vorrei riuscire un giorno  a raccontare.

P.s non so quanto potrete comprendere da questo post,pazienza se non comprenderete tutto, siete cari ugualmente per il  solo fatto di  averlo letto. Grazie.









.