Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Domani

Ammetto che è da due ora che pirlo in giro per il web,sbirciando qua e là nei blog degli altri a leggermi i fatti loro,lo faccio anche con distacco, una riga un pensiero.
Abbandono i fatti degli altri per curiosare fra i blog a tema, un po’ d’arredamento un po’ di make up, fra un po’ di fai da te e decoupage  e l’outfit del giorno, la giusta dose di blog migliora te stesso, finalmente le palpebre iniziano a cedere.

Cala la notte(incipit che andrebbe bene per un libro) e mi lascio alle spalle una settimana che mi ha strizzato come i panni nella lavatrice,metafora per nulla casuale.
I panni in lavatrice si lavano, si  depurano,e alla fine una volta asciutti profumano di pulito e sano…mi trovo nel bel mezzo di una potente reazione depurativa, non esattamente come quella intesa come nell’articolo linkato, ma la frase l’ho trovata azzeccata.

In poco più di due settimane sono accadute poche cose, ma sufficienti a cambiare molte cose,o forse una sola me,o forse hanno solo spinto in avanti quello che era in attesa d’emergere.
Ho parlato tanto, mi sono presa una pausa,ho riparlato e chissà se ho messo con quest’ultima mossa di oggi fine ad un rapporto con una collega che mi sono accorta essere diventato simbiotico, in cui il mio amore per la tolleranza è stato scambiato per un –mi puoi manipolare-.

Da domani, se durerà,cambio orario di lavoro, un orario che mi lascerà più spazio,più tempo per molte cose…e questo è bene, più di quanto pensassi quando mi è stato comunicato annebbiata dal pensiero –cazzo adesso Teresa s’incazza!-,invece di pensare a me stessa –idiota- questo l’ho pensato dopo.
Ho avuto una notte e un giorno per pensarci o meglio esaminare me stessa, ho sbagliato in qualcosa?No ho tolto qualcosa a qualcuno volontariamente e iniquamente?No.Il responsabile l’ha deciso,l’ha fatto in base a delle valutazioni, bene allora seppur in amicizia fanculo Teresa, nel mentre nella mia testa echeggiava  una frase di Osho “ non è un problema tuo,come gli altri reagiscono alle cose che accadono e alla tue scelte”.Unica mia mossa,dopo una lunga riflessione e un  attento ascolto interiore,l’ho chiamata preavvisandola della decisione dell’azienda,giusto per essere in pace  e trasparente.Ora si giochi lei le sue  carte  aveva un poker in mano e l’ha gettato via.Attenzione in questo cambio non c’è promozione né  un aumento di stipendio,ma questo  cambio d’orario porta altri benefici uno dei quali che uscendo alle 12.30 mi taglia fuori da tutto, intrighi, liti, e dal farmi un culo grosso  come una casa.

È da questa mattina che sento in me una dicotomia,se mi guardo indietro io e l’altra abbiamo ben poco in comune, non so se questo è un bene, né se sia solo una breve percezione che mi è utile in questa fase, di un o  se sia qualcosa di definitivo, provo però una punta di disagio mi sembra di avere tradito qualcosa di me, la percepisco un po’ come una sindrome d’abbandono,insomma per anni convivi con una certa “te” e così di botto quella te non c’è più e ne arriva una sconosciuta.

12 commenti:

Ciao Carola!
Qualcuno una volta mi ha raccontato la storia del fiume, che per poter proseguire il suo viaggio deve trasformarsi in pioggia, per poi tornare ad essere fiume.

Me l'ha raccontata una strega poco raccomandabile, chissà, forse la conosci ;)

Un abbraccio!

 

:-) conosco la strega ,poco raccomandabile è vero :-)
E già! Penso che in questo momento la storia del fiume sia appropriata.
Grazie :-)
Un abbraccio a te

 

Maremma fanculo Teresa o comunque tutto ciò che mettiamo da parte per ingogliare sempre la merda degli altri!!
Dai 29 anni ho iniziato a cambiare rotta...prima io e poi se ti piaccio vediamo come possiamo comunicare!!
L'ho capito tardino ma ora non torno di certo indietro e sono più apprezzata anche dagli altri!
Cmq ritengo che lavoro e amicizia vadano tenute un po'separate: immagina di camminare e avere sottobraccio il lavoro da una parte e la collega dall'altra!Te resti comunque centrale ma tu e solo tu decidi cosa, come e quando!;-)
Figata sopravvivere lavorando solo mezza giornata..mettici la firma e goditi la vita!:-)
Io ....me butto il lavatrice e faccio doppia centrifuga ma con l'antipiega così magari me ripiglio!!:-P
Un abbraccio...tanto bello condividere questi momenti!!:-)
Adhara

 

Ciao Carola! Eccomi riapparso..io ho quasi imparato a non interessarmi di quanto succede dopo una scelta. Credo esista una cosa giusta ed una sbagliata tanto per noi quanto per gli altri. Ognuno decide pensando e sperando di fare la cosa giusta, ma non sempre succede. Basta assumersene le responsabilità!
Se hai fatto il meglio per te non puoi non accorgertene.
Un abbraccio

 

Adhara,ormai da giorni è un turbine di molte cose.Amicizia?Separate,forse l'unica ad avere come fine l'amicizia ero io.
Oggi è stata tranquilla, ma la sommossa arriverà :-)

Ciao Stefano,grazie

 

E se arriverà tu saprai come affrontarla..da vera guerriera ma e il consiglio che ti do è affrontare la cosa a testa alta senza sentirti in colpa...in fondo il tuo bene è troppo importante per lasciar correre!!
Un bacione...stai traquilla!!:-)
P.s.Te lo dice una che stasera se la sta facendo sotto perché domani deve fare una gastroscopia e vorrebbe ubriacarsi per non pensarci, ma decisamente non può farlo!!Se sopravvivo domani sera mi diverto!!;-)
Adhara :-)

 

Ciao Adhara, ti faccio i miei auguri,fammi sapere come è andata :-)

 

Grazie! !se ti faccio sapere è già una gran cosa!!!!;-):-)
Non mancherò smack
Adhara

 

Andrà tutto benissimo, vedrai. E' ora che pensi per un po' solo a te Carola, te lo meriti.
Un abbraccio fortissimo.

 

Fatto finita tolta....sarò ancora qua a commentarvi!!:-)
Adhara. ..un bacione a tutti!!;-)

 

Ciao Sea :-). come vca?

Bene Adhara deduco che sia andata bene :-)

 

Oddio non la rifarei domani, ho qualcosa contro cui combattere e adoro le sfide per cui...cavalco il mio demone con coraggio!!;-)
Grazie Adhara

 

Posta un commento