Mangiarsi le unghie

Quando hai un eccesso di energia e non sai cosa
farne, inizi a mangiarti le unghie o a fumare sigarette.
È la stessa cosa, sia che ti mangi le unghie o che
fumi: inizi a farlo solo per tenerti impegnato con
qualcosa; altrimenti sentiresti un sovraccarico di
energia, qualcosa di eccessivo che non riesci a sopportare.
 E quando gli altri ti biasimano, dicendoti che sei
nervoso, ti senti ulteriormente represso: non sei
neppure libero di mangiarti le unghie! Sono le tue
unghie, e non ti viene permesso neppure di mangiarle...
a quel punto, le persone trovano stratagemmi
astuti, come masticare gomme.
 Si tratta di astute vie di fuga: nessuno obietterà
più di tanto. Paradossalmente, si obietta meno, se
fumi; eppure mangiarsi le unghie fa meno male; anzi,
non è affatto dannoso. È un piacere del tutto libero
da effetti collaterali; certo, è un po' disgustoso, e
sembra un po' infantile, ma è tutto qui! E tu ti stai
sforzando di non farlo...
 Devi semplicemente imparare a vivere in modo
un po' più vitale, e tutte quelle cose scompariranno
dalla tua vita. Danza un po' di più, canta un po' di
più, nuota o va' a farti una lunga passeggiata: usa la
tua energia in modo creativo.
 Passa da un livello minimo al massimo utilizzo
della tua energia vitale. Vivi la vita più intensamente.
Se fai l'amore, fallo in modo selvaggio, non come
un gentleman o una lady: quello è un modo di muoversi
al minimo.
 Una "lady" è una donna che vive al minimo; ovvero,
non vive affatto, finge soltanto! E così un gentleman...
sii selvaggio! E adesso non sei più un bambino,
per cui ti puoi permettere di fare tutto il
chiasso che vuoi, a casa tua: salta, urla, canta e muoviti
liberamente!
 Prova a farlo per alcune settimane e rimarrai sorpreso:
smetterai di mangiarti le unghie, quell'abitudine
scomparirà da sola. Adesso hai cose ben più interessanti
da fare, perché prestare tanta attenzione alle unghie?
 Ma ricorda: analizza sempre la causa e non preoccuparti mai troppo dei sintomi. 
OSHO: La verità che cura.

fonte Arancione
 
 Funzionerà anche con le sigarette?
Ieri sera ho avuto una pacifica ma conflittuale battaglia con una sigaretta.
Devo essere sincera:mi sono rotta le palle degli atteggiamenti che ho in alcune situazioni verso e a causa delle sigarette,ma che fumo a fa'?
 

Commenti

  1. Di recente ho fumato: ebbene lo ammetto, una sigaretta al mese, magari dopo un buon Jack Daniel il sabato sera, magari dopo una notte d'amore selvaggio... me la concedo.

    E capisco ora quanto possa sembrare naturale, per chi ha il vizio, fumare: è qualcosa di veramente balordo.

    Non credo cadrò nel vizio, ma ora capisco perché chi ce l'ha fa così fatica a smettere...

    RispondiElimina
  2. Io avrò fumato almeno 10 volte e visto che se non fosse per la puzza mi sarebbe piaciuto continuare cerco di evitare!In questo momento fumerei qualcos'altro così fermo la mia mente viaggiatrice e mi rilasso....ecco una canna dà molta più soddisfazione e ogni tanto solleva lo spirito!
    Mi mangiavo anche io le unghie e di brutto finché un bel giorno decisi che non volevo più sentire quel dolore sulle dita e smisi!Devo ammettere che il mio spasso preferito però è toccare le orecchie fredde, specie quelle degli altri!!:-)Fin dalla scuola materna avevo il mio bimbetto preferito (Manuel...ahh non ci avevo mai pensato. ..che coincidenza!!:-)): lui si sedeva accanto a me e mi lasciava fare rilassato!
    Ora ci sono alcuni bimbi che lo adorano ma pochi adulti mannaggia!
    Comunque è un antistress eccezionale che mi accompagna dall'età di 2 anni e funziona sempre e non fa male alla salute!!:-).....Tranquy che non ho diffuso io le orecchie a sventola!!:-) E poi provare per credere..finché sono fredde posso andare avanti ad oltranza!!
    Buonaserata a tutti Adhara

    RispondiElimina
  3. Buongiorno a tutti :-)
    Adhara,le orecchie a sventola a me non mancano :-)).

    RispondiElimina

Posta un commento