Vi ho messo anche un po' del mio

Quando si passano momenti che mettono un po' sotto sopra l'anima si pensa sempre che si sta male,e che ciò sia negativo,ma se sfruttati con positività e poche lagnanze schiariscono le idee.
Quindi trovo giusto dopo essermi sfogatascrivere due righe anche sulle mie responsabilità in tutto questo.

Non posso pensare di stravolgere la routine delle persone che mi circondano, perchè invece io mi sento in vacanza, alla fine ho solo fatto un trasferimento dalla mia dolce casa a un'altra casa che in realtà dovrei considerare anch'essa la mia casa, ma la mia mente e non solo la mente vorrebbe godere,del mare,del sole,dei profumi, vorrei vedere un posto  qualsiasi che non ho  visto mai, rompere con i ritmi di sempre,e fare e non fare un monte di altre cose...ma mi rendo conto che per loro,persona di cui ho scritto compresa, qui è la loro vita di sempre, e forse tutto questo ha inalzato la mia intolleranza, creando tensione superflua a quanto già è difficile di suo.

Non posso, anche se è per il suo bene, cambiare il suo modo di ragionare e percepire la vita.

Sta nascendo in me una dolce,morbida,quieta arressa.

Tutto il resto troverà soluzione nel tempo...

Commenti

  1. Loro? Vita sconvolta? Mare? Profumi? Cambiato casa?
    Ok, adesso vado a ubriacarmi, che magari capisco qualcosa di quello che hai scritto :)))

    RispondiElimina
  2. Oddio mi tocca dare ragione a Joker non c'ho capito molto neanke io..fa parte del cambiamento ancora idee da riordinare!;-)
    Però mare, profumi e sole mi inviti a nozze!!
    Ho cambiato tante case ma la mia rimane sempre mia e ogni volta che vi ritorno il cuore mi impazzisce e l'anima si perde in questa danza inebriante di ricordi, emozioni e sensazioni intensi ed unici...un po' come quando si fa l'amore in un certo modo e lo ricordi anche a distanza di tanti anni: quelle emozioni le senti tutte ancora vive ma sono diverse perché sei anche tu ad essere cambiata...che te devo dì vivo di emozioni! !:-)
    Un abbraccio Adhara :-)

    RispondiElimina
  3. :-))immaginavo.
    In breve:
    Non ho cambiato casa,sono a casa del mio compagno, non abitiamo vicini causa lavoro, qui non siamo soli, io invece vorrei essere su isola deserta :-)).E abbiamo due caratteri complettamente opposti.

    Si lo so ho un carattere di merda :-)


    RispondiElimina
  4. Ho capito benissimo. ..ti spiegherò con calma! :-)
    Adhara

    RispondiElimina
  5. Buongiorno bella, dormito bene?:-)
    Non hai un carattere di merda secondo me ma soltanto in coppia alcune cose sono e restano inconciliabili...per questo sono per la poligamia!;-)
    Però è una medaglia a due facce: se da un lato si sta male perché vorremmo condividere delle cose e non riusciamo (per lo meno non come vorremmo), dall'altro si riesce a sperimentare ciò che ci piace senza per forza dover condividere!A me piace perché pur stando in coppia adoro sentirmi una donna a tutti gli effetti senza vincoli fisici o emotivi!Può sembrare strano ma si vive meglio anche il rapporto di coppia!
    Poi io vivo in Veneto ma le nostre famiglie sono a 400km di distanza (una verso sud e l'altra verso nord dell'Italia) per cui le vacanze spesso sono spese per andare da una parte o dall'altra con tutte le spese che ci vanno dietro!So cos'è quella sensazione che ti fa dire voglio l ' isola deserta dove non devo rendere conto a nessuno nè dare spiegazioni ma prendere e andare io e lui o magari anche solo io!
    Ora sono a casa del mio boy e mi sento prigioniera delle volontà altrui e per chi mi conosce sa che non è il massimo per il carattere che ho che rischia di sbroccare da un momento all'altro!
    Amo l'indipendenza fin da bambina e per fortuna che questi periodi sono solo qualche volta l'anno, mi piace rivedere tutti ma a piccole dosi e non essere bombardata di domande: il lavoro come vs, i nipotini non ci pensate ancora e la casa., matrimonio,...???Ggrrrrrrrr
    Fatevi la vostra vita che io penso alla mia!!:-)
    Ciao cara non mollare e non mordere nessuno se non è indispensabile se no ci stai ancora più male!
    P.s. Non avendo tutti le stesse esigenze lui è tranquy come una Pasqua e te un po' meno!...Per l' isola deserta si può sempre partire!!;-)
    Un bacione
    Adhara :-)

    RispondiElimina
  6. Comincia ad essere più chiaro il problema...
    A volte si rinuncia a un po' di libertà: che sia per comodità, per pigrizia, perché ti piace troppo il posto in cui vivi...

    E da un lato vorresti mandare tutti a fare in culo e andarci davvero sull'isola deserta, dall'altro ci sono comunque tutti i motivi che ti spingono a non farlo...

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Adhara, perfetto! Vedo che io e te siamo sulla stessa linea di pensiero.Il problema a volte è che essendo donne tanta indipendenza, e tant'altro gli uomini la intendono come una minaccia alla loro egemonia.
    Secondo punto e Joker non me ne voglia,gli uomini,una larga fetta di uomini sono: bambini che non cresceranno mai (ammetto colpa delle mamma).
    Terzo punto se a tutto questo ci aggiungi un cocktail di problematiche un po' caratteriali (vedi:tendenza al vittimismo) e altre due cosette che qui per rispetto non mi sento di scrivere, la mia buona volontà non basta più.
    Adhara, il vero problema è fra noi,gli altri sono solo un contorno in più.

    Joker, mai dire mai,a volte l'isola deserta è anche fare scelte che ti liberano.Anzi non c'è isola deserta che tenga se prima non c'è nella tua mente.Io mi sento come mi stessi per imbarcare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa se te lo dico...sei sicura di volere quello che hai?
      Ammetto che io alla stessa domanda non saprei rispondere perché voglio srmpre di più e vorrei poter agire facendo quello che mi passs per la mente sempre ma ciò sarebbe ricominciare da zero e non avere più vicina la persona che amo...ma amare più se stessi o gli altri??...questo è il problema!!
      Un abbraccio Adhara

      Elimina
  8. "Conosci l'espressione «non avere nulla»? È un insegnamento zen. "Se incontri un Buddha, uccidilo. Se incontri un tuo antenato, uccidilo. Non avere legami, non essere schiavo di nessuno. Vivi semplicemente per la tua vita." È l'unico insegnamento che mi è stato trasmesso dal mio predecessore. Ecco perché continuerò ad uccidere senza alcuna pietà... CHIUNQUE MI SI PARERÀ DI FRONTE! Che si tratti del nemico o di qualcun altro, non fa differenza."

    Genjo Sanjo Hoshi

    RispondiElimina
  9. Ciao Adhara, permettiti pure, la tua domanda è leggittima e pure esatta.
    Sono sicura di quello che ho e anche di quello che non ho.Di quello che vorrei, ma molto più tortosa è la strada per arrivarci.
    Grazie,Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Ciao Carola! No, non sei una persona di merda. Sei una persona viva, che ha bisogno di sentirsi viva. Sono i piccoli desideri di ogni giorno, il bisogno di un po' di pace, di sole, di mare, che ti fanno andare avanti. Anzi, sono la cosa più preziosa che abbiamo. Ci si può rinunciare per andare incontro a qualcun altro? Anche sì. Ma non sempre...

    Un abbraccio forte

    RispondiElimina

Posta un commento