Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Le cose meravigliosamente banali della vita.

 
Un giorno di ferie non programmato
Uscire a piedi
Fermarsi al bar a fare colazione con la mia rivista preferita,guarda caso arrivata oggi per posta.
Passeggiare per le vie del paese in cui vivo da quattro anni e che ancora non conosco.
Fermarsi al mercato e curiosare fra le bancarelle, e riscoprire il piacere di compiere gesti semplici, il profumo della frutta, i colori, il vociare dei commerciarti, le chiacchere della gente, immergermi fin in fondo nella semplicità di questo contesto, e riscoprire qualcosa 
di più umano autentico dei super mercati.  

Comprare un bel fermaglio per i capelli a un euro e rivestire di eleganza e sensualità i miei capelli come non facevo da tempo
Due gocce d’acqua improvvise che rinfrescano la pelle e non solo,
Non c’è il caldo afoso di sempre ma una lieve brezza d' aria fresca che preannuncia la pioggia estiva.
Cammino leggera come leggere lo sono le mie ciabattine, a bando i tacchi 
Niente trucco, libera anche la pelle.
Nessun programma,tutto da improvvisare...






4 commenti:

Oh già quando ci vuole ci vuole!!!
Questa mia prima settimana di ferie la sto vivendo così. ..non programmo e faccio quello che mi passa per la testa....e per chi mi conosce sa che può succedere di tutto!!:-)Quando sto così mi meraviglio anche io di quello che faccio e il mio boy "ma fai una cosa e dopo 5minuti ne vuoi già fare un'altra ;mi dici facciamo questo e poi cambi idea di nuovo" e io "con me non ti annoi di sicuro"!!:-D
Sarà che a forza di stare con i bimbi mi piace vivere in modo spensierato come loro, gesti semplici, ma vitali di chi sa ancora meravigliarsi (noi adulti perdiamo troppo tempo dietro a cose inutili per poi crucciarsi subito dopo!)!!
Brava hai tutta la mia approvazione e poi chi lo dice che essere belli e sensuali significa coprirsi la pelle e l'anima di tante sciocche "schifezze"!
Senza poi pensare che diversi ragazzi mi hanno sempre detto "ma stai meglio senza trucco e al naturale "ecco ci imbacucchiamo tanto per poi scoprire che i veri ragazzi guardano altre cose e non l'ultima trovata dell'estetista!!
Odio e profondamente odio quei tg o riviste che non fanno altro che sputarti in faccia le tendenze e le mode del momento o le sciacquette (chiamiamole così :-)) con fisici statuari e super lucidi come appena sfornati!!
Vi farei fare una settimana della mia vita con il mio lavoro, stipendio e stress e poi vediamo come siete ridotte!!
Ma sapete che vi dico...sono felice così e non scambierei neanche un secondo della mia vita con la vostra inutile esistenza!!
Scusa Carola se ho approfondito!!;-)
Ma si può sapere qual è la tua rivista preferita, please?!:-)
Grazie, buonaserata Adhara

 

Carola, mi hai fatto venire in mente una bellissima giornata...agosto dell'anno scorso. Primo giorno di ferie. Mi alzo, vado al bar a fare colazione e scopro che lì accanto avevano allestito delle bancarelle. Mi sono messa a dare un occhio qua e la. E me ne sono tornata a casa con un paio di bellissimi orecchini che ad oggi sono ancora i miei preferiti. Che sensazione di pace quel giorno...
Appoggio Adhara, ce ne sarebbero di cose da dire su questo argomento... comunque, libertà e comodità prima di tutto!

 

Ciao Adhara,hai tutto lo spazio che vuoi,se no che dialoghi uscirebbero fuori?Strimminziti e vuoti.
Lavori con i bambini bellissimo :-)
La rivista di cui parlavo nel post è al suo primo numero, è stata prima pubblicata on line, ma io odio leggere libri e riviste al pc, ma poi finalemnte è arrivato il primo numero in forma cartacea,e ieri mattina mi è arrivata per posta.
Si tratta di una rivista gratuita pubblicata da Il Giardino dei Libri "L'arte di essere" (http://www.artediessere.com/), tratta argomenti che mi appassionano.
Comunque per relax,spunti di vita quotidiana, immergermi nella leggerezza le mie riviste preferite sono Gioia e Donna Moderna, sintettiche,colorate mi danno sEmpre una sensazione di vivere leggero, hannO il colore dell'estate sempre, anche in inverno :-).

Lilly, è vero è un argomento su cui ci sarebbe molto da dire, e hai ragione libertà e comodità prima di tutto.

Un abbraccio a tutte e due...un abbraccio non per abitudine di scriverlo :-)

 

Un abbraccio...magari in questa posizione assume un tono diverso!!;-))
Mi prenderò la rivista mi hai incuriosita!
Io per natura amo i voli pindarici per cui spesso mi si accusa di andare fuori tema allora mi faccio il problema x' non state nella mia mente e magari...!Io credo che argomentare sia soprattutto questo: partire da un punto comune ma poi ispirare nuovi dialoghi e scambi di opinione se no mi sembra di fare come le due di Zelig (non ricordo il nome) che fanno "brava, brava" e tutti felici e contenti!Irresistibile non provocare per generare nuovi scenari che altrimenti rimarebbero nascosti!
Sì sono un'educatrice in un asilo nido...mi diverto come una matta alla fine e mi sento tanto coccolata oltre ad avere la possibilità di condividere ogni giorno emozioni vere con chi non è ancora stato contaminato dalle nefandezze di questo mondo!Ovvio percepisco uno stipendio perchè devo pur campare anche io ma potrei dire "gioco" con i bambini e non "lavoro": ti danno così tanto che a volte ti chiedi ma sono io che lavoro per loro o loro per me?!Ti assicuro che non è così netta la linea di confine!:-)
Ora vado a spiegare due cosette a Lilly...:-))
Grazie!:-)
Adhara

 

Posta un commento