Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Fase cazzeggio: Cosa vorresti condividere?

Mi ero fatto una domanda, quasi casuale. Mi ero chiesto se avrei voluto gli amici e le persone a cui volevo bene insieme a me, a dividere lo sforzo della salita finale. La risposta fu netta: no. Dovevo arrivare da solo. Li avrei voluti all’arrivo piuttosto, ad attendermi per celebrare con me la fine di quel viaggio.
Quella risposta si estese nella mente, come una lenta esplosione di luce. Conoscevo già quella sensazione. Mi resi conto in quell’attimo di lucidità che durante il percorso non avevo mai desiderato di avere qualcuno accanto a me per dividere le difficoltà, il dolore, la fatica, lo sconforto, il maltempo. Neanche quando, solo nella neve, arrancavo sulle caviglie doloranti. Forse ero un egoista, a voler tenere per me tutte quelle sfide, ma non desideravo la presenza di nessuno.
Ma la gioia, oh, la gioia! Quella sì che va condivisa!
( Francesco Grande, La strada giusta)

È quello che mi sono sempre detta anch'io. Per anni come molti ho sempre creduto. anche se non molto convinta, a quelle  stronzate che si leggono ovunque su come deve essere un amico o un' amica vera, senonché col passare degli anni ho potuto costatare che nel momento della "sofferenza"o delle difficoltà qualcuno c'è sempre, magari un'anima sola, ma c'è. Vuoi per via dell'immedesimazione (una specie di transfert empatico), vuoi per tenere pulita la coscienza o per compiere il senso del dovere qualcuno c'è sempre. Nel momento di condividere le cose belle e semplici sto lì a chiedermi dove sono finiti tutti. Oppure accade il contrario si presentano sull'uscio quando hanno bisogno.
Io non desidero,non l'ho mai desiderato, avere amici attorno per condividere i miei guai o per risolvermi problemi ma per ridere con loro al pub. Giusto per intenderci.

Lo so, sto dissacrando il luogo comune del "quando hai bisogno d'aiuto non c'è mai nessuno"  eppure a me è questo che è accaduto e accade
Con ciò non di mi astengo di avere colpe, qualcuna ne ho. Forse di comunicazione, forse il mio carattere un po' da orsa, forse anche tante altre cose; di contro è anche vero che sono una che sorride sempre, che ha la risata facile, sono una che non passa ore ore a parlare dei suoi guai (tutt'altro il solo parlarne per me è come se li invitassi ad amplificarsi); cerco sempre soluzioni, per me i termini  "non si può" e "non si risolve" non esiste,  diciamo che sono un ottimista ponderata e obiettiva, e ho altre qualità buone.

Però qualcosa nel mio inconscio non funziona e riesco ad attrarre solo un tipo di persone...migliorerò.

 

5 commenti:

Date le persone che anche io ho avuto accanto, mi sento di dirti che probabilmente non sei tu a star sbagliando. L'amicizia è un stato dolente per me, perché il numero di persone che sono riuscite a starmi accanto è rovinosamente calato fin quando non ho incontrato nuova gente più vicina a come sono io che è riuscita a convincermi del fatto che, per fortuna, non tutti sono uguali.
Ed hai proprio ragione, paradossalmente trovare qualcuno che ti sostenga nei momenti di gioia è più difficile del contrario. Perché quando sei felice e realizzato non è facile placare l'invidia che susciti, la gelosia e sentimenti affini ad esse.
Per questo io penso sempre che sia meglio sola che male accompagnata ;)
Quindi non cambiare tu, cerca semplicemente chi sia in grado di volerti bene per come sei davvero. Altrimenti che amicizia è?:)

 

Fermo restando che ogni persona è diversa, anche molto, io credo che se non si "da" qualcosa difficilmente si "riceve" in cambio qualcosa. Non dico che tu non lo faccia, o che sia un ragionamento stile commenti qui su blogger (dove molti ti commentano solo se lo fai tu prima), perchè capita pure di avere accanto persone che sono fatte in un modo particolare e non riescono a cambiare qualsiasi cosa tu faccia per loro, a volte nemmeno a vederlo pur se tu dai, generosamente, loro tutto.
Però ecco, io credo parta tutto da noi, se vogliamo essere ascoltati, capiti ecc... dobbiamo PRIMA cercare di farlo con gli altri.
Non so se mi sono spiegato, e non è certo una regola scritta, una legge, però... io penso che solo dando qualcosa possiamo ricevere quello che cerchiamo, che sia sostegno nel dolore o gioia all'arrivo, o tutti e due. Magari, certo, non otterremo molto con 1,2,3,10 persone pur dando loro tutto... ma qualcuno alla fine ci risponderà, e basterà e avanzerà ;)

buona domenica :)

 

Mi hai fatto venire in mente una riflessione di Alberto Moravia:
"Dicono che gli amici si vedono nelle difficoltà, quando hai bisogno e l’amicizia si giudica con il metro della borsa.
Io dico invece che gli amici li vedi nella fortuna, quando le cose che vanno bene, e l’amico rimane indietro tu vai avanti e ogni passo avanti che fai è per l’amico come un rimprovero o addirittura un insulto.
Allora lo vedi, l’amico.
Se chi è veramente amico, lui si rallegra della tua fortuna, senza riserve.
Ma se non ti è veramente amico, il tarlo dell’invidia gli entra nel cuore e glielo rode."

Si può aiutare un amico in difficoltà per mettere a tacere la propria coscienza ma condividere con vera gioia il successo di qualcun altro, magari quando tu invece sei in difficoltà, beh, quella è amicizia vera.

Buon fine settimana.

 

Grazie Paola 😀

Ciao Maurizio, non è una questione di quel che si dà in questo caso ma di quale tipo di persone si riesce ad attrarre nella nostra,in qualcosa sbaglio.

Condivido MrLoto, buona giornata a te.

 

Penso di sì: qualcosa non funziona! :-D :-D
Sono così anche io, ma contemporaneamente lo ritengo un errore, una incapacità di accettare l'aiuto altrui. L'uomo si è evoluto, nel bene e nel male, soprattutto grazie al suo spirito di gruppo: da solo non ce l'avrebbe mai fatta. Tuttavia oggi abbiamo la percezione che nessuno faccia niente per nulla, che avremo sempre un obbligo morale accettando il suo supporto, e non vogliamo questo, vogliamo essere liberi di... non avere obblighi morali - che siano reali o meno. Questo sì, secondo me è una forma di egoismo :-) E' un po' paradossale, me ne rendo conto: non accettare aiuto perché si è troppo egoisti per farlo :-D
www.wolfghost.com

 

Posta un commento