Self poltreit : attimo

 

Non saprei dire quante volte sono tornata su questo scritto,cancellato e riscritto,ripreso e accantonato.
Non è nulla di importante,volevo solo parlare di una parola che mi piace tantissimo "attimo" perché nell'attimo così come nel dettaglio vi è racchiuso tutto.

L'attimo ha breve durata,è il principio o la fine di un qualcosa. Attimo è il contrario di per sempre; quest' ultimo invece è un termine che mi ha sempre un po' spaventata o lasciata perplessa  in alcuni casi.

In un attimo è concentrato tutto. L'essenziale.

Gli attimi possono essere positivi o negativi...non è che a cambiarti la vita ci vuole poi molto,ad esempio due parole come potrebbero essere: ti amo o non ti amo più(va be in questa ce ne sono tre). Oppure vado via o torno.

A volte è anche vero che gli attimi sono truffaldini. Si provano cose che svaniscono presto,si provano cose che ti fanno credere cose non vere.O meglio non si comprende che quel che si prova e si vive in attimo va lasciato fluttuare, trattenerlo non serve, attribuirgli un aspetto più duraturo crea solo inganni e illusioni.
Un attimo è quello che è non può essere domani. Non sai se domani proverai le medesime cose.


Sempre in un attimo,imprevisto e non calcolato quando raggiungi la misura del troppo pieno tiri fuori chi sei davvero,tanto da dirti -impossibile,non sono io-.sì che sei te, solo che non lo sapevi o facevi orecchie da mercante.

In un attimo diciamo parole di cui ci possiamo pentire, o fare un gesto che non vorremmo come tirare uno schiaffo.

Di fatto da quell'attimo tutto parte, tutto prende una piega diversa in bene o in male.

Una manciata di secondi o minuti che riescono a fare nelle nostre vite una sostanziale differenza.Eppure spesso si pensa che per raggiungere un risultato ci vuole tempo. Senza quel attimo; quello  della parola al momento giusto, dell'incontro non previsto con la persona giusta, del pianto improvviso o della risata che esplode piena non vi è alcuna partenza.

L'attimo è un po' come seminare, in attimo spandi nel vento i tuoi semi, poi non resta che coltivare con cura quel che l'attimo ha creato e tutte le possibilità che ti sta offrendo.

Carpe diem...

Commenti

  1. Il tuo post Carolina è pura riflessione poetica.
    Ti ringrazio enormemente per esso, mi è davvero piaciuto.
    Non avevo mai riflettuto così tanto sulla parola "attimo", diciamo che non l'ho mai accostata a tanta importanza, però ciò che hai scritto è tremendamente vero....

    Ogni attimo è degno di essere vissuto, forse il segreto della vita sta' proprio qui?!
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Mi piace molto quello che hai scritto e credo sia assolutamente vero.
    Sono gli attimi a cambiarti la vita. Perché un realtà,hai detto benissimo, sono proprio piccolezze a fare la differenza. Basta uno sguardo, uno solo, o un bacio, uno solo, per farti capire tutto.
    Basta perdere un treno, prenderne un altro.
    Attimi in cui fai tutto quello che devi per salvarti e neppure lo sai. E' una cosa che ho provato sulla mia pelle e le ho dedicato tante parole; pensare di non essere te ed invece capire- in un attimo, appunto- che si è sempre stati così, bisognava solo rendersene conto.

    Si vivrebbe meglio di attimi che non di giorni, il fatto è che non è semplice sempre capire qual è l'attimo giusto da cogliere..un abbraccio :-*
    Bello il post!

    RispondiElimina
  3. E' sicuramente vero quel che hai scritto, le nostre vite sono il frutto di tanti "attimi", che sono poi i momenti che le determinano, le indirizzano. L'attimo in cui hai agito in un modo piuttosto che in un altro, l'attimo in cui ha preso una decisione, coraggio, o viceversa ti sei rintanato/a in te... le nostre esistenze sono il frutto delle scelte che facciamo, e del nostro farci quindi trovare preparati quando arrivano gli attimi decisivi. Anche se, a volte, quelli ancora più decisivi sono quelli impronosticabili, ai quali nemmeno pensavi di poter arrivare eppure poi, lì e in un istante, in un attimo appunto... ti trovi a fare la scelta più giusta possibile :)

    Bella riflessione, buonissima giornata! :)

    RispondiElimina
  4. Comprendo benissimo ciò di cui parli, Carolina!

    RispondiElimina
  5. un attimo solo ...per passare di qui e darti il mio saluto
    un attimo solo ...dura il tempo di un bacio
    valeria

    RispondiElimina
  6. Soffermarsi sulla fugacità piena di significati dell'attimo è davvero un modo di guardare dentro le emozioni, le più sfuggenti, le più profonde che in definitiva formano l'essenza della nostra vita.
    Un caro saluto
    A presto:-)
    Marilena

    RispondiElimina
  7. Ciao Ilaria come sempre un bacione grande.

    Grazie Paola,credo che ultimamente ti indenda di attimi...:-)) idem per te Maurizo.Un abbraccio a entrambe.

    Ciao Alessia felice di ritrovarti qui.Credo che si tu mi comprenda davvero,fin dei conti cos'é disegnare a volte i propri stati d'animo come fai tu? Se non fermare attimi e trasformare la loro apparente impermanenza in qualcosa di imperituro.

    Grazie Valeria,questo tuo attimo mi da gioia.

    Un saluto a te Marilena :-)) condivido il tuo pensiero.






    RispondiElimina

Posta un commento