Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Il distacco: Dharmachakra Mudra

                       Ciò che deve venire, venga ciò che è passato e ciò che è passato,è passato

Un antica storia racconta…Un bellissimo cavallo bianco trovò rifugio presso un umile contadino.
I vicini pieni di invidia dissero: –che fortuna la tua!
Il contadino rispose a loro: -non so se sia buona o cattiva,comunque mi è capitata e l’accetto-.

Il figlio del contadino spavaldo salto in groppa del cavallo,purtroppo cadde e si ruppe una gamba.
I vicini dissero: –ohi ohi che sfortuna-
Il contadino rispose a loro: -non so se sia buona o cattiva,comunque mi è capitata e l’accetto-.

Giunsero i soldati del Re al villaggio per arruolare i giovani figli dei contadini,quel unico figlio con la gamba rotta fu l’unico a rimanere a casa.
I vicini dissero: –che fortuna la tua-
Il contadino rispose: - non so se sia buona o cattiva,comunque mi è capitata e l’accetto-.
E così prosegue la storia…
Cosa comune a tutti solo a posteriori sappiamo se un avvenimento sia buono o davvero cattivo.
Il punto è come le accogliamo e l’uso che ne facciamo.


“ Ci saranno sempre corvi neri in volo sulla tua testa.Non lasciare che facciano il nido fra i tuoi capelli.” (detto indiano)
Ogni evento è destinato a passare che sia di gioia o di dolore,è l’attaccamento ad essi che rende complicato ogni cosa .Dobbiamo imparare a lasciare andare.
                                                       

                                                   Il Dharmachakra  Mudra

Le mani formano due ruote.Nella mitologia indiana la ruota rappresenta la perfezione e il cambiamento perenne, la continua alternanza connaturata alla nostra esistenza.
Il dito medio sinistro simboleggia il passaggio dalla vita terrena alla vita ultraterrena. La mano destra con il palmo rivolto al esterno protegge il nostro cuore,mentre la sinistra con il palmo rivolto all’interno nutre lo stesso.
L’energia del chakra sgorga dal palmo:In questo modo siamo in grado di affrontare ciò che ci capita forti di un cuore protetto e vigoroso, ma anche imperturbabili,pacati “coraggiosi”, e allo stesso tempo capaci di sganciarci dal passato.
Il mudra rafforza il cuore e trasmette quiete a tutti i livelli.
Mentre praticate questo mudra potete chiedere qualsiasi cosa,come ad esempio la comprensione di avvenimenti che non capite,oppure la capacità di reagire,quello che vi pare e la risposta non tarderà ad arrivare.

Risultati immagini per Dharmachakra Mudra

.

Porta le mani all’altezza del cuore: la punta del pollice di ciascuna mano tocca la punta dell’indice. Ora rivolgi il palmo destro verso l’esterno e quello sinistro verso l’interno, verso il petto. La punta del dito medio sinistro deve toccare leggermente l’estremità del pollice destro.

Estratto dal libro: Il potere dei Mudra di Gertrud Hirischi

 

5 commenti:

Molto bello il racconto... occorrerebbe insegnarle a scuola certe storie!
Un abbraccio <3

 

Una storia molto vera, con una morale importante: non si può mai sapere se un qualcosa di inizialmente negativo, o positivo, non ci abbia poi portato a "esiti" opposti rispetto alla percezione iniziale. E' dunque importantissimo riuscire a soffermarci sull'oggi, piuttosto che appunto pensare a fortune e sfortune. Vivendo a pieno quello che siamo, che abbiamo e che ci capita :)

Un saluto a te carolina, buonissima settimana :)

 

Il racconto lo conoscevo e mi aveva colpito molto. La vita è così, fatta di molti eventi ai quali soltanto noi diamo una connotazione positiva o negativa ma che, di per se, hanno semplicemente il ruolo di farci andare avanti, magari insegnandoci qualcosa.

Un saluto e l'augurio di una buona settimana.

 

Nonostante abbia capelli lisci spaghetto sono riuscita a fare decine di nodi attorno.. Ora sono a provare a toglierli uno per uno.. È difficile ma ci provo... ;)
Grazie per questo estratto filosofico. È bellissimo e molto utile.
Ciao Carolina. Un bacio.

 

Hai ragione Pinkg è da lì che bisognerebbe incominciare

Grazie Maurizio.

Molto dipende da noi come dici bene tu MrLoto.

Ciao Ilaria forse fai prima a tagliargli "quei capelli".Un bacione.

 

Posta un commento