Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Il mio gatto ha sbarellato

Va bene dai…due minuti li posso trovare da dedicare al mio blog.Li posso trovare anche se non vedo l’ora di raggiungere il letto, il mio rientro a Milano: “disastro”, forse è un po’ troppo esagerato dirlo così ma la via è buona per arrivarci.

Sorvolo sulle cosucce da nulla e incombenze da poco,il vero shock è stato il mio gatto.
È sbarellato, un mese lontano da me, contenta me lo riporto a casa e lui che fa? Inizia ad avere un comportamento strano.Non cammina più sul pavimento,passa da un mobile all’altro,per farlo mangiare ho dovuto mettergli la ciottola sul tavola.Terrorizzato.Se lo metto per terra da fuori di matto.Salta velocemente sul letto o qualunque altro mobile.
Domani devo tornare a Livorno,quindi questa sera l’ho riportato da mamma.A casa sua sereno,cammina in su e in giù con nonchalant tranquillo.

Giusto,non dovevo farmi mancare nulla,fra le tante cose avvenute   il mese scorso,quelle ancora da portare avanti e la sensazione che sia iniziato qualcosa che sembra non voler più finire il mio gatto doveva dare il suo contributo.

Spero che si risolva,rivoglio il mio gattone sereno.

Da giugno ad ora fra una botta e l’altra ho cercato di mantenere sempre dentro di me e intorno a me un angolino di virtù per rasserenarmi,ricaricare le pile e un duro allenamento per non perdere il sorriso e l’ironia.
La vita ha i suoi imprevisti e le sue deviazioni…ma ora vorrei qualche momento di linearità…non di quelle piatte ma semmai di curve morbide,come quelle delle stradine di campagna.

p.s se avete qualche consiglio da darmi per il mio gattone…se continua così   provo  con i fiori di Bach.


8 commenti:

senza dubbio i fiori di bach potranno aiutarlo, parlagli con voce dolce e rassicuralo. può essere un modo per "fartela pagare" del mese di assenza. I gatti sentono molto la lontananza e soprattutto non amano essere lasciati soli, io son rimasta al massimo 6 giorni lontana dalla mia Mucia, ma ogni volta quando son tornata ha mostrato i denti, però in una giornata abbiamo recuperato il rapporto. Discorso diverso per il tuo, a cui hai cambiato casa... i gatti sono stanziali. dagli i fiori di bach nell'acqua, se esistono in soluzione non alcolica...
auguri....

 

Il mio mi teneva in muso per giorni se me ne andavo una settimana, immagino come possa stare dopo essere stato trasferito. Eviterei i fiori di Bach senza la prescrizione di un vet/comportamentalista. Prova a dargli un po' di tempo e stargli vicino, magari accarezzandolo un po' tenendolo in braccio seduta sul pavimento.... Buona fortuna :)

 

I fiori di bach possono essere una buona idea, ci vuole un po' prima che facciano effetto, però sono naturali. Sono abbastanza convinta che nel momento in cui rientrerete nella "normalità" quella che viveva prima con te, tempo una settimana, forse meno, tornerà il tuo gattone di prima.
Anche io avevo uno splendido gattone, la storia è lunga, comunque, non lo vedevo da più di un anno (come ho detto la storia è lunga e non vorrei farti leggere un papiro :P), in più si era anche ammalato. Beh, all'inizio, era così spaesato, aveva paura di tutto, si appiattiva e si nascondeva e nemmeno mi aveva riconosciuta visto che aveva paura di me. Aveva anche subito un bel trauma, quando io non ci sono stata, in ogni caso... cercando di stare serena, lasciandolo fare ciò che lo metteva a suo agio senza interferire, piano piano è tornato il coccolone di sempre e dopo una settimana, era di nuovo il padrone di casa.
Le storie sono diverse, ma vedrai che riavrai il tuo gattone! ;)
Un grande bacione

 

Grazie Renata,Poiana e Vivy.
Lo spero davvero tanto.Ci vorrà pazienza.Questa volta l'ha presa proprio male, di solito sono via due fine settimana al mese, ma un mesetto credo che per lui sia stato troppo.

 

I gatti sono animali piuttosto abitudinari e gli spostamenti, con la conseguenza variazione delle loro abitudini, sono per loro fonto di notevole stress e, a volte, di traumi.continuare a spostarlo da una casa all'altra non è il massimo, sarebbe molto meglio se trovassi qualcuno che va a dargli da mangiare ed a cambiargli la sabbia a casa tua...ma se proprio non hai alternative... io non gli darei nulla, sono contrario a questo genere di cose sugli animali, cercherei semplicemente di rassicurarlo con la voce e le carezze...ricordati sempre che i nostri animali "riflettono" i nostri stati d'animo! Devi quindi, prima di tutto, cercare di essere serena tu e di trasmettere la sensazione che "è tutto a posto" al tuo gatto.
Un augurio di sereno fine settimana a te ed una coccola extra per il tuo micio.

 

E' il suo modo di farti pagare l'abbandono...dovrai farti perdonare ...:)...a casa di tua mamma non fa storie perchè in fondo è un gatto...sta comodo ha da mangiare, qualche coccola e non ci sei tu da punire...tornerà tutto a posto quando riprenderà i suoi ritmi a casa sua....bacione
Gabriella

 

Ciao Carola! :-)
Il gattone è spaesato, evidnetemente. Dimmi lo avevi abituato a stare anche a casa di tua madre o no? perchè, in caso negativo, è ovivo il disagio: prima si è sentito abbandonato, senza i suoi riferimenti (te e gli odori di cas asua), poi ritorna ed ha paura di un nuovo abbandono... I gatti sono animalli molto sensibili... forse i fiori, se non si calma, potrebbero aiutarlo.

Un abbraccio,
Pimpra

 

Grazie Pimpra speriamo che gli passi presto

 

Posta un commento