Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Confessioni

Ne ho passato di tempo a sognare,ho sognato tante cose…non sono mai arrivate,eppure mi hanno sfiorato da vicino.
Mi hanno solo sfiorato,perché in realtà io vi ho rinunciato.
Ho sempre pensato che non vi è rinuncia per amore, per chiunque amica,compagno,genitori e mentre io pensavo a fare la cosa cosa giusta, ad essere integra,leale,fedele…chi mi stava intorno faceva la cosa giusta per sé.
Mi sono sempre ritirata piuttosto che fare male a qualcuno…e mentre io mi ritiravo gli altri avanzavano.
Un tempo volevo un figlio,ho rispettato i tempi e il sentire di chi avevo accanto,quando il giorno è arrivato
mi sembrava così bello da non essere vero, quando  dissi – forse sono incinta- ho visto l’espressione del suo viso,o meglio solo intravista, non mi  ha nemmeno guardato negli occhi.Allora ho capito che sarebbe stato un errore.ho capito che la scelta dei tempi era sbagliata.Era tardi.Era tutto finito e mi sono augurata di non esserlo incinta.Ho compreso anche perché mi ha chiesto un bambino, per cercare di salvare una storia che ormai era al capolinea,ma con buona probabilità si rese conto anche lui della stupidità della cosa e forse di lei era già innamorato.
Ho aspettato…rispettato…poi un giorno in una discussione che neppure ricordo come sia nata  mi sono sentita dire –avresti dovuto fare anche te come lei-.Lei che un giorno disse al suo attuale ex marito –ho con te o con un altro, lui ha ceduto al ricatto.Quella  lei che oggi sta con il mio ex; ma come non le sopportava quelle così stronze.Lui che un giorno mentre si discuteva della nostra separazione mi disse- non penserai mica che ti mantenga tutta la vita?-
Io non ho chiesto niente, non volevo niente, io che ho creduto nel suo sogno e ho mandato avanti la baracca coi miei soldi e quelli di mia mamma, ora mi sento dire questo.
-Non grazie esco da questa porta con tutto ciò che è mio e sola  andrò avanti.-
Sono stata accusata di stupidità avrei dovuto chiedere di più…io volevo la sua amicizia,quella amicizia che mi aveva assicurato seduti al tavolo di un pub,quella amicizia che dopo che lei ha messe le tende è svanita.

E poi arriva lui, con le sue paranoie, tutte le seghe mentali del mondo.
Vuole stare con me,fa anche il geloso,mi becco anche della “puttana” perché   dopo che mi ha mollato, ho avuto un avventura
- ma chi cazzo sei?In fin dei conti solo un coglione,che di me non ha capito un cazzo!-
Ecco cos’era un coglione che temeva che lo volessi legare a me quando a me vederlo ogni tanto andava bene, un povero che si nascondeva dietro alla ex moglie  e mille altre storie per non impegnarsi…quando non gli avevo mai chiesto nulla.
Poi arriva il giorno che mi dice –mi sono innamorato”, ma non di me.Tutte le sue seghe mentali per questa donna svaniscono, lei può stare a casa sua,conoscere sua madre e bla bla.Fanculo e te lo ridico fanculo Fulvio.
Io la cretina nell’arco di questa storia avevo avuto la possibilità di vivermi due storie,al tempo non volevo legami,dove ancora risvegliarmi dalla separazione,due storie che forse sarebbero state “en passant” ma non me ne importava, io sapevo solo che stavo vivendo,dopo anni di chiusura passati a fare la brava moglie, la brava ragazza,la brava tutto.Rinuncio a queste inviti…non si fa,non sta bene,non si tradisce,nemmeno un emerito cretino che vedi il mercoledì sera e al giovedì mattina scappa come uno sposato, e ogni tanto il sabato.Fanculo ancora quelle due storie avevano il sapore di quanto avevo sognato, buttati nel cesso, perché così non si fa.

E in fine arrivi tu,io non ero certa di niente, ma mi piacevi.
Pensavo che l’amore a chi soffre porta gioia, mi sono sbagliata!.
Arrivata a te ora come ora non so cosa dire…
Ho cercato di esserci  ma  non potevo riperdere me stessa.
Ho cercato di aiutarti  non  sapevo nemmeno aiutare me stessa.
Ho sbagliato a  legarmi a te, io stavo ancora cercando chi ero.
Ma ti voglio un mondo di bene, ho sperato tanto per te, avrei fatto magie se mi fosse stato possibile per cambiare la tua vita.
Poi un giorno è arrivato qualcosa di inaspettato…qualcosa con il sapore di un sogno.
Sarò stata cogliona ma d’un tratto ho smesso di far la brava ragazza e l’ho baciato.
L’ho baciato e sono andata oltre,per la prima volta ho preso quello che volevo senza anteporre nessuno.
Mi sono vissuta qualcosa di mio…qualcosa è cambiato,è esploso un tappo, tutto più chiaro, cosa voglio vivere,chi voglio essere.
Ed ho aspettato, si ho aspettato notti  una  tua pazzia…come prendere l’auto di notte per raggiungermi.
Ed aspettato di assaporare baci,carezze e altro…
Ho cercato di stare in piedi nonostante il buio.Di essere più forte per te…
Un giorno  ho compreso che era tutto inutile,io non potevo darti quel sole che ti mancava, che tutt’ora ti manca.
Una volta mi hai detto una cosa che mi fece rimanere malissimo,feci finta di nulla,ma da lì iniziò in me un processo a me stessa…
Non voglio fare pagare a te i miei errori…ma per una volta mi sono presa una mio tempo,un mio momento.
Non te l’avrei detto mai,mi dispiace che tu l’abbia saputo così, mi dispiace perché nonostante tutto io andavo via ma tornavo sempre   perché ti voglio bene…ma questa volta…c’è un’altra  me.
 
È difficile crescere ma non ci ho voluto rinunciare,crescere è anche sbagliare,osare,prendere musate,perdere ma io avevo bisogno di trovarmi, avevo bisogno di iniziare a vivere la vita che voglio.

Ho sempre avuto un sogno su noi due…avevo scritto anche un romanzo in cui c’eri anche tu…quel manoscritto a cui tenevo molto che ho perso di cui tu sai…lì stavo riscrivendo la storia di noi…quella che volevo per noi.

10 commenti:

Mi tocca molto questa tua confessione, in molte cose mi rivedo...
In alcune mi rivedo dal tuo lato, in altre mi rivedo dal lato di lui.

E' giusto essere egoisti e pensare solo a sé stessi? L'egoismo può diventare un inganno e diventare solo una scusa per approfittare di si ha vicino?

Aspettarsi qualcosa dagli altri, non è forse un modo di spingerli a fare qualcosa che magari non hanno voglia di fare, magari usando il senso di colpa?

Non è facile: non esiste un vero confine... Si sta lì, in quella terra di nessuno che sta tra il bene e il male, tra il giusto e lo sbagliato... Tra ciò che è voglia di libertà e paura.

Forse cerchiamo tutti quanti una strada che non esiste

 

Buona crescita e riscoperta di te cara!!
A volte penso che la vita sia troppo breve per ancorarsi a qualcuno rinunciando a noi stessi così come farci travolgere da quelle che sono le sofferenze dell'altro!
Per carità una storia è condivisione, ma quando uno dei due si attacca come un parassita a te pensando di vivere della tua linfa quella è tortura per te ma soprattutto per lui!
Io scappo da sempre da chi troppo si attacca a me perché sono uno spirito libero che non vuole essere ricattato sotto nessuna forma!Quante volte il mio uomo ha cozzato con me su sto punto, ma io sono così e voglio le mie libertà!
Sai ci ho anche provato a non soddisfare altre emozioni e voglie che avevo, ma avendone scoperte alcune alla fine ho ceduto...sono cose che riguardano solo me come persona e non limitano la libertà di nessuno!
Sarà un pensiero poco condivisibile ma io la penso così. ..la coppia sì ma siamo comunque due individualità pulsanti con i propri desideri da soddisfare e sogni da realizzare! !
Un abbraccio ti sono vicina!!:-)

 

Carola, da ciò che scrivi, vedo una donna romantica, piena di sogni, desideri, passioni che vogliono essere vissuti; devi tirare fuori tutto questo e lasciarti andare, cercare ciò che vuoi, godere di ciò che ottieni e non fermarti mai davanti all'esitazione altrui.
Troppo spesso quando i nostri bisogni e desideri non collimano con quelli degli altri, ci arrendiamo, io penso sia un errore sia abbandonarli che insistere ad ottenerli con quelle persone; a volte bisogna discuterne e "riposizionare" il desiderio, altre mettere in discussione i nostri sentimenti per quelle persone.

Vivere, cercare ciò che fa per noi, è costoso perché le aspettative nei confronti degli altri spesso cadono in delusione, è costoso perché dobbiamo mettere in discussione ciò che siamo e ciò che abbiamo per avere di più o di meglio, per realizzarci.
Non bisogna aver paura di sbagliare (te lo dice una che ne è terrorizzata) perché l'errore è il miglior strumento per capire ciò che davvero fa per noi.

Joker, tutti cerchiamo una strada ma la strada è quella che stiamo segnando durante la ricerca...

 

Ahara la penso come te da sempre...ma è successo un giorno che mi sono arresa che il tipo di rapporto che vorrei non esiste,o meglio nessun uomo potrebbe mai accettarlo, in una coppia prima o poi entrano in gioco un sacco di seghe mentali, di egoismo e tanto altro come l'istituzione dei ruoli, ecco io ad un certo punto mi sono adeguata ma di fatto sono anche scppiata non è nella mia natura.
Sea ti ringrazio per avermi dato della romantica, e fors e vero sotto certi aspetti,ma romantica non nel modo convenzionale.
Joker la stra da sono certa che da qualche parte esiste il punto è quanti kilomentri e quanti errori ci vogliono ancora per trovarla e fin dei conti nemmeno Sea ha torto la strada è quella che stiamo segnando durante la ricerca, l'importante è non fare quello che ho fatto io in passato,sfiorire, rassegnarsi, forse noi passionali che viviamo d'emozioni, di piccole e grandi cose per tutta la vita non ci sapremo mai rassegnare,accontentare, se non per brevi periodi, perchè noi siamo così.

 

Siamooo così dolcemente complicate!!!!
Carola non è per noi...allora facciamo quello che sentiamo. .del resto chi si ha vicino non è costretto a stare con noi con le catene né con la forza, il mondo è talmente vario che può cercare altrove!!;-)
Joker docet...il legame giusto è rappresentato dal nodo marinaro detto"gassa d'amante"....lega ma non stringe...!!!:-)
Vai su wiki e trovi tutto...secondo me aveva ragione quel vecchio lupo di mare..lo dico sempre io che da piccolo gli facevano il bagno nel latte della saggezza!!
Altro che nettare e ambrosia...maremma!!
Joker poi per il compenso per quest'elogio smisurato ci mettiamo d'accordo! !!;-)
In gamba bella e non rinunciare al tuo romanticismo perché non convenzionale o non capito. ..è tuo e chi ti ama ama anche i tuoi "difetti", gli altri vedono solo quelli!!!:-)
Un bacio piccola

 

Tutti ci diciamo che le storie che affrontiamo e che vanno male servono comunque per crescere. Bé, vero: tutto serve per cresacere, le cose belle e le cose brutte, ogni esperienza. Ma non è per crescere che incocciamo nelle delusioni e nelle difficoltà, succede solo perché è la vita ad essere così. Certo, poi col senno del poi ci diciamo "se tornassi indietro col bagaglio delle esperienze di oggi..." ma non si può, non è così che funziona: se anche potessimo tornare indietro lo faremmo con le esperienze che fino ad allora avevamo avuto e... ci comporteremmo con ogni probabilità nello stesso modo, perché così eravamo. Dobbiamo solo accettare che la vita non sempre ci da quello per cui abbiamo lavorato anche duramente, dobbiamo accettarlo e rialzarci ed affrontarla di nuovo. E forse cadere ancora, ed ancora, nella speranza che un giorno le cose cambino. Perché nella vita basta un solo successo per cancellare innumerevoli delusioni. Questo lo sappiamo e per questo lottiamo :-)

www.wolfghost.com

 

La gassa d'amante!!
Possibile che non ho mai scritto un post?

Adhata, qui il compenso sale, anche se mi rode ammetterlo (sono un maschio, è normale), mi hai appena dato il suggerimento per il mio prossimo post :)

Carola, è proprio così... non bisogna rassegnarsi e lasciarsi sfiorire. Vita ce n'è una sola ed è tutto ciò che abbiamo :)

 

Sì, non mi ricordo se avevi scritto un post ma di sicuro ne abbiamo parlato via mail o skype.
Spero di riuscire a pagare il compenso che mi chiedi, male che va pago in natura!;)
...Ti rode..ma va?Non lo avrei mai detto..sti uomini pensano sempre che siamo stupide ma perché?!...cmq come tutti gli altri della categoria piuttosto ti ingoi il cianuro pur di non dire un semplice "grazie"..poi dì ancora che non ti ascolto mai e che parto per la tangente!!:)
Buona lettura Carola!:))

 

Joker non mi angustio molto perchè nella rincarnazione :)), mi ritoccherà fa' tutto da capo :-))

Wolfghost grazie,sebbene vorrei aggiungere il mio pensero a riguardo quanto hai scritto...io non credo che tutto quello che incrociamo sulla nostra strada arriva casualmente e spesso siamo noi a costruirlo.Un saluto

 

Buogiorno Carola, leggo adesso. Ultimamente sto latitando un po' pù del solito. Che dire? Di rapporti e di libertà ne abbiamo parlato e riparlato. Abbiamo vissuto davvero situazioni molto simili io e tee ogni volta rileggerti mi fa sempre un pochino male. Ma mi rincuora anche perché almeno mi rendo conto che non sono l'unica che ha sbagliato e continua a sbagliare. Quello che ci frega a noi è la troppa consapevolezza di quello che siamo e viviamo. Ma quanto è duro e lungo il cammino verso la libertà?
Un abbraccio Carola

 

Posta un commento