Quando non scrivo

Quando non trovo il tempo,di scrivere io sono consapevole di non trovare il tempo per me stessa,Quando denigro ciò che ho scritto,mi accorgo subito che sto offendendo me stessa.
Quando la scrittura è banale e convenzionale,mi rendo conto che ho cominciato a negare o a reprimere la mia identità.Così,quando mi sento dissociata da me stessa e voglio sapere come sono,osservo ciò che sto scrivendo,o non sto scrivendo,e lo so.
Deena Metzger

Commenti

  1. Da tenere sempre presente. Me la segno.

    RispondiElimina
  2. Essere dissociati da sé.
    E' da un po' che cerco una definizione simile a questa per individuare queta particolare sensazione. Oggi ho trovato le parole.
    Io ho sempre utilizzato l'espressione "sentirmi dispari", ma non ho mai saputo spiegare bene il perché. Mi dava l'idea corretta.
    Grazie!

    RispondiElimina
  3. bello leggerti...

    RispondiElimina
  4. Ciao Stefano,sono lieta che tu abbia trovato la tua definizione esatta, anche se devo dire che anche il sentirsi dispari da l'identica idea, dispari una parte di te che manca.

    Deeana Metziger, purtroppo ha scritto un solo libro Scrivere per crescere, un libro che ritengo fra i più belli dedicati alla scrittura creativa,non solo per gli esercizi che spingono a cercare nel profondo dell'essere e a mettersi a nudo nero su bianco, ma anche per la forza delle parole della Metziger e per il modo meraviglioso con cui le fa cantare arminiosamente...se si è disposti ad accogliere ti penetrano dentro.

    RispondiElimina

Posta un commento