Ho rubato un articolo a Confidenze,ma ne sono felice.

A volte mi ritrovo a comprare riviste femminili scegliendole quasi a caso; che diamine ogni tanto anche un po’ di leggerezza fa bene, dico quasi a caso perché quelle dei spetteguless sono bandite in casa mia e non c’entrano nemmeno per caso.
Oggi non ho comprato una delle solite,così tanto per leggere qualcosa di diverso.E accade quello che avviene quando seguo il mio istinto di fondo che all’interno ci trovo magari anche solo una pagina,come questa numero 5  per esempio, che  vale tutto il giornale intero. Senza togliere nulla agli altri articoli ovviamente.
Lo so sto violando il copy,ma chissenefrega! Trovo questo editoriale molto molto bello…vale una violazione.
Rivista Confidenze numero 28 14 luglio

articolo

                                                                www.confidenze.com

Commenti

  1. la vita mi ha colpito duramente più volte e l'invocazione - a mezza voce- è stata la stessa.... in realtà crediamo di essere protagonisti nella nostra vita, ma certi passaggi bisogna subirli come forche caudine... ogni volta che si riescono a superare se ne esci più forti. Quando la vita ci mette in ginocchio la Speranza in un aiuto e l'umiltà di riconoscere che abbiamo bisogno d'aiuto ci salvano. Buona estate Carolina

    RispondiElimina
  2. Un articolo profondamente saggio e bello...
    Durante la mia malattia ho sempre negato l aiuto altrui, con la piena certezza di non averne bisogno. Pensavo che sarei stata troppo fragile, mi dava completamente fastidio la sola idea di scoprirmi, di far vedere le debolezze. Sarebbe stato tutto piu facile e meno lungo se lo avessi fatto subito.
    E invece ho chiesto aiuto soltanto quando era evidente che ne avessi bisogno, quando lo stremo mi aveva raggiunto...
    Non credevo di averne la necessita, non credevo che avrei potuto non vergognarmi di aver ricevuto molti ausilii.
    Un bacio carolina, ci sentiamo x mail.

    RispondiElimina
  3. Un articolo doloroso e vero. Siamo così abituati a pensare di essere truffati che non ci chiediamo chi può davvero avere bisogno d'aiuto. E a nostra volta troviamo difficile chiederlo, anche agli amici.

    RispondiElimina
  4. Ciao Renata,grazie.hai perfettamente ragione ci salvano.

    Ciao Ilaria alla fine chiedere aiuto è la scelta migliore ci sono cose che possiamo fare da soli ed altre in cui invece è meglio chiedere una mano.Ci sono tanti modi per farlo pur non perdendo la nostra autonomia.

    Ciao Malu in effetti in effetti qualche riserva me la faccio anch'io ma quelle poche volte che sono arrivata al capolinea l'ho fatto.

    RispondiElimina

Posta un commento