Non entrare in quella biblioteca mi disse il mio sé

 

 

                        Nicolás Gómez Dávila nella sua modesta  biblioteca privata
                         con più di 25.000 libri.

Lo sapevo che non lo dovevo fare,lo sapevo!Ho avuto la bella idea di entrare in biblioteca,ho fatto la mia bella tesserina gratis.Certo non è la biblioteca di Gómez Dávila,si scarseggia di generi,però è abbastanza assortita da trovare due libri interessanti.Sì,perché con molta  impudicizia  non mi sono accontenta di un solo libro;era giusto portarne a casa almeno due.Dove sarà mai tanta impudicizia?Nel sottovalutare la causa effetto,pur conoscendomi.
Nonostante la mia mentalità semi-taoista ho grande difficoltà a lasciare andare le cose che Amo,i libri poi bisogna strapparmeli dalle mani.Eh,questi due libri in meno di due ore già li amo.Ahimè ho già intuito come andrà a finire,non c’è soluzione più onesta, anziché rubarli alla biblioteca, se non quella di metterli nella mia lista dei desideri di Amazon(pubblicità occulta)lista verso cui sono molto irrispettosa.C’è sempre una libreria in ogni dove e naturalmente così per caso e non so come mi ci ritrovo dentro,a volte mi va bene ne esco senza un libro ma con strazio sento di avere lasciato là qualcosa di prezioso; altre volte,invece, mi  sento tirare,chiamare,ammaliare, ed esco con un libro,addio lista dei desideri che giace in pace e sempre di più cresce.Manco del tutto di determinazione.
In conclusione,questi due libri mi piacciono molto,non mi piace leggere libri tutto d’un sorso(si diceva d’un fiato?) a meno che non siano romanzi,devo ritornare più volte sulla stessa pagina,sospendere,riflettere,testare se ci sono esercizi di un qualcosa per un qualcosa.La biblioteca me li affida per un mese, l’affidamento è sempre straziante in ogni caso quando arriva il momento del distacco,succede così anche con i libri.

Finiranno nella lista dei desideri…che dio solo sa quando si esaurirà.Mai!

Commenti

  1. E se proponi alla Biblioteca uno scambio?...tu gliene dai altri due e loro ti cedono quelli che desideri...forse accettano...prova
    Ti abbraccio
    Gabriella

    RispondiElimina
  2. Ciao Carola!!! Sono provvisoriamente tornata!!! Come stai? A me in biblioteca l'altro giorno non mi ci volevano fare entrare!
    "Signorina, se vuole proseguire deve lasciare nell'armadietto la borsa e la macchina fotografica. Però guardi che non è sicuro"
    "Ah si? Per stare tranquilli voi devo rimetterci io?"
    Per poco non lo mandavo a quel paese. me ne sono andata via senza libri. Ma si può? Ti mando un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. E ci cedredo con quella faccia di terrorista che hai :-)) Lillly tanto lo sai anche te mondo è strano.
    Felice di risentirti e che sul fronte lavoro un po' di cose si sono sistemate e che tu sia capitata in una bella città.
    Un bacione

    RispondiElimina
  4. Ciao Gabry,in effetti ci avevo pensato ma da queste parti la vedo dura,pensa che non accettano altri libri, dicono che ne hanno tanti,eppure, io penso che una biblioteca di libri non ne ha mai abbastanza,forse manca la volontà di ampliare le cose e di stare a catalogare,gli ultimi libri li ho regalati ad un centro di lettura.e loro molto carinamente mi ha chiesto di sceglierne altri in cambio.

    RispondiElimina
  5. Nooo io non ce la faccio a prendere libri dalla biblioteca... l'ho fatto raramente quando ero piccola e ogni volta era uno strazio ridarglieli :( nonono i libri li devo comprare e poi sono MIEIIIII! _ sono un tantino possessiva? :P _ :D

    RispondiElimina
  6. VIvy hai tutta la mia comprensione,a chi lo dici.

    RispondiElimina

Posta un commento