Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Riflessioni sul libro di M.Fox

Due libri nei palmi della mani uno nella destra ed uno nella sinistra, come un bilanciere cercavo di pesare il peso di uno e dell'altro per decidere quale acquistare per primo.
L'incertezza nasceva dal fatto che  ambedue i libri sono stati scritti  da due appartenenti al sistema ecclesiastico quando fra me e  la Chiesa Cattolica esiste un muro,a dire il vero io cozzo con ogni forma distorta del Cristianesimo in particolare con il Cattolicesimo, cozzo con le regole e con il sapere corrotto, con chi impone la sua verità e non ha mai guardato più in là del suo naso e dice di sapere...

Faccio scorrere le pagine del libro di Fox al tempo della sua  pubblicazione Ratzinger era ancora cardinale e definì il libro "pericoloso e fuorviante" tanto da espellere Fox dall'ordine dei domenicani, parole mai furono per me cosi illuminati e scelsi il libro di Fox "In principio era la gioia" titolo originale Original Blessing.
Leggendo  a caso le pagine dei due libri sia quello  di Fox e dell' arcivescovo Ravasi trovo conferma dell'assurdità dell'essere umano in genere di comprimersi nelle etichette( di religione,razza,partito) quando il suo personale sentire e la sua intuizione lo portano lontano dai dogmi,precetti,regole in generale del suo gruppo di appartenenza.
Abbiamo sempre bisogno di un punto "fermo" ma questo punto fermo se da un lato ci da la sicurezza di essere in  un gruppo d'appartenenza e dentro  un sistema che ci accetta dall'altro lato ci imprigiona e ai primi segni di personale ribellione siamo da sopprimere con tutti i mezzi a disposizione, come scrive Vito Mancuso nella prefazione del libro di Fox,la sua fortuna è che è stato superato il tempo del rogo per eresia perché se cosi non fosse Matthew Fox rientrerebbe oggi nel lungo elenco delle persone insieme a Giordano Bruno, messe al rogo perché hanno osato avere un altra concezione di Dio, della creazione e della vita.

Chi sia Matthew Fox vi rimando ad una ricerca in internet qui tengo invece trascrivere dei punti della prefazione di Mancuso al libro, che io personalmente trovo molto belli e significativi in particolar modo questa lettera di Leonardo Boff (teologo) scritta a M.Fox
"Mio caro confratello Matthew,
il Divino è più grande della Chiesa e i diritti umani sono più
importanti della disciplina ecclesiastica.Non permettere
loro di portarti via la tua libertà e le tue capacità creative.
Gesù ha conquistato la libertà spargendo il suo sangue e quindi
noi non dobbiamo permettere all'autorità di portarcela via.
per la stessa ragione,se ti privano dello spazio vitale,protesta.
Abbi il coraggio di seguire i nuovi sentieri,anche se ciò significa rinunciare al sacerdozio
ministeriale e clericale in nome del sacerdozio laico di Gesù.Ricorda che viviamo
una volta sola e che la vita deve essere vissuta con passione,gioia e creatività.
la Chiesa clericale è più vicina ai palazzi di Cesare che non alla barca di Pietro.
Puoi contare sul mio appoggio."
Leonardo Boff
24 ottobre 1992

Sono consapevole che chi non è credente o di altra religione davanti al nome a Gesù possa fermarsi e non andare oltre la punta del suo naso e ma  sarebbe un peccato perderebbe a mio avviso la possibilità  di creare un ulteriore valore aggiunto alla sua personale conoscenza in temi di religione e oltre,Cristo non era solo il figlio di Dio come idelamente imposta dalla religione Cristiana.
Premettendo che io non sono cattolica e soffro della stessa nauseabonda riluttanza sia nei riguardi dell'ebraismo che del cattolicesimo da cui a volte mi accorgo che con stupidità  mi tengo ad addebita distanza  rischiando cosi di non perforare nessuna altra realtà e verità se non la mia rischiando di sprofondare nell'ignoranza, scavare a fondo porta in superficie molte cose e non si può rimanere riluttanti davanti ad una terra che non sia la tua perché arida, pena il fatto di accorgersi poi di non essere persone libere ma di essere passati da una schiavitù all'altra e di morire d'ignoranza solo per avere peccato di orgoglio aggrappati all'illusione delle "questioni di principio e della coerenza che spesso da pregio si trasforma in difetto la coerenza può subordinare il sentire umano alla mente plagiata da falsi miti ed eroi e al' idiozia del peccato originale.
L'unica coerenza possibile a mio avviso è quando le azioni e le parole sono in linea con il tuo sé interiore.

Tornando a Matthew Fox nel 2005 quando Ratzinger fu eletto Papa,si recò a Wittemberg presso la chiesa del castello sulla cui porta Lutero aveva inchiodato nel 1517 le celebri 95 tesi contro le indulgenze papali all'origine della Riforma,per inchiodare il suo elenco alcune di esse:
-La religione non è necessaria,la spiritualità si-
-Gesù non ha mai parlato di preservativi,controllo delle nascite,omosessualità-
ed altre ancora, ma questa sua provocazione non ebbe successo,soprattutto in Italia sede del papato,perché del fatto ne parlarono solo pochi giornali ed in Italia la notizia di questo ex-frate domenicano  ribelle nemmeno se ne parlò mai.

Leggendo la prefazione di Mancuso e M.Fox  mi rendo conto ancora una volta di più  di quanto risalti l’importanza della libertà d'espressione e scelta e  come questo sistema in generale dalla Chiesa e religioni varie alla politica perseguano la loro Inquisizione con altri strumenti ma  che pur sempre di una dorma d'inquisizione si tratta.
L'ignoranza di massa,l'ipnosi di massa...
Sono certa che le parole scritte da Boff a Fox,sono le stesse parole, che chi come me crede nel senso dell'umanità, della libertà ed è altresì alla ricerca di una personale verità spirituale e di una  verità pratica ai tanti crimini commessi dai poteri occulti e meno occulti, vorrebbe sentirsi dire da un amico.

6 commenti:

Carolina... apri un vado di pandora con questo post!

Ho appena cancellato un commento lungo un chilometro, è il tuo blog, mica il mio :)

Meno male anche per te che il medio evo è finito, altrimenti saresti certamente etichettata come strega ;)

Una donna che pensa con la sua testa, che scrive e legge! Al rogo! Al rogo!!

"Tremate più voi nel pronunciare questa sentenza, che io nell'ascoltarla."

Un abbraccio

 

Ciao Joker,al rogo mi ci metterebbero con piacere,mi dispiace che tu abbia cancellato il tuo chilometrico commento sarebbe stato interessante da leggere.

"Tremate più voi nel pronunciare questa sentenza, che io nell'ascoltarla." il sempre vivo nel mio cuore Giordano Bruno

 

Beh, l'ho cancellato perché in fondo diceva le stesse cose, ma da un punto di vista diverso, anzi, due punti di vista diversi, i miei (sì, ho sempre 2 opinioni su tutto) :)

E alla fine mi ero reso conto che avevi già detto tutto tu...

 


Da poco ho richiuso il tuo blog,stavo leggendo due post tuoi dati ma veramente belli, con ciò non mi sorprende che tu abbia due opinioni su tutto :-)

 

Ehehe, non sai che liti con me stesso, ogni volta che c'è da prendere una decisione ;)

 

Ciao Carolina, mi sa che ai tempi dei roghi ne avremmo avuti 2 vicini!

 

Posta un commento