Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Dalle paure possono emergere nuove possibilità

    I pazzi osano dove gli angeli temono d'andare.
                                           Alexander Pope                                


  
*Come una tavolozza di pittore,la vita ci mette sempre a disposizione
una gamma di colori con cui dare una nota cromatica agli eventi che ci accadono
Ma mentre le scelte di un colore da parte del pittore lo impegneno solo sul piano artistico  quelle che punteggiano la nostra esistenza mettono in gioco molto di più( Maurizio Zani)

Il coraggio di mettere in atto le nostre azioni... il coraggio di osare,di chiedere,provare sperimentare e non arretrare davanti ai nostri bubbi.

dice Stirner:
<Perche non volete avere il  coraggio di fare veramenre di voi stessi completamente e in ogni caso il centro, la cosa fonadamdentale? Mettete fuori ciò che siete dentro, manifestatevi per quel che siete dentro,manifestevi per quel che siete alla luce del giorno!>

Aprirsi totalmente sul versante dei nostri talenti e della nostra creatività

*Prosegue Zani valorizziamoci e facciamo della nostra paura un pungolo per fare emergere dal profondo della nostra anima come Montaigne dice,<quelle qualità mute,invisibili,sconosciute talvolta al possesore medesimo, che si producono o si risvegliano per circostanze che sopravvengono>.


Note:
*Brani estratti dall'articolo "Dalle paure emergono qualità sconosciute" di Maurizio Zani pubblicato su Riza di Novembre

Max Stirner pseudonimo di Johann Kaspar Schntidt (Bayreuth I806 - Berlino I856), filosofo tedesco

Michel Eyquem de Montaigne (Bordeaux, 28 febbraio 1533 – Saint-Michel-de-Montaigne, 13 settembre 1592) fu un filosofo, scrittore e politico francese noto anche come aforista.

--------------------

Caro Stirner, amo molto il tuo percepire l'individuo come il solo unico e supremo arteficie della sua esistenza, condivido il tuo modo d'intendere l'egoismo e non mi sorprende con quanto scalpore e astio tu possa essere stato accolto da una società prettamente protratta e costruitita sul potere di pochi a discapito della individualità dei molti,sia sul fronte politico che religioso.

"Chi si sente spirito libero non è oppresso o angustiato dalle cose di questo mondo, perché non le considera. Se uno sente ancora il loro peso, vuol dire che è tanto limitato da dar lui stesso peso a quelle cose" concordo con te.

"Egoistico è non attribuire a nessuna cosa un valore proprio o "assoluto", ma cercare sempre in me il suo valore."Trovo questo tuo pensiero molto Taiosta, e ciò mi fa sorridere ed immagino che tu non ne sorrideresti.

Eppure nella tuà libertà hai rifiutato e non senza ragioni ogni possibile conoscienza e ricerca di Dio e tutto ciò che poteva essere sacro, fin dei conti già al tuo tempo e non meno ancor oggi, hanno ammantato Dio con vesti di despota ed reso talmente orripillante da renderlo nauseabondo anche contro il sentire più profondo che vive da sempre in noi,hanno sconsacrato ciò che di sacro vi era, investondo il sacro di significati assurdi e contorti per fini iniqui tali da assoggettare l'individuo al potere dei pochi,hanno ucciso Dio e l'esistenza dello spirito ancora prima che tu potessi scoprire che vi è più anarchia in quel possibile Dio che risiede nella nostra anima che in tutti gli uomini che credono di essere anarchici...ma sono schiavi della loro paura di essere piegati al potere fino al tal punto di fare della loro idea un altra simil schiavitù.
Caro Stiner non sono qui in difesa del Cristo ne tanto meno a dispensare verità che nella mia umana natura posso solo considerare una verità personale e pertanto priva di ogni affidamento
al pari di tante altre,ma vorrei farti nota che fin dei conti nemmeno il Cristo era poi cosi lontano dal tuo sentire e dalla tua lotta.

Non comunque nego la mia anarchia dalla patria, dalla religione e da qualunque potere assolutista  o   anche un da Dio despota,  che  neghino la libertà dell'individo e lo privi della sua individualità.

Comunque sia rispetto il tuo sentire che sento liberamente di condividere con Dio o senza Dio, nella tua idea, in quanto ti rispetto e stimo come individuo pur rimanendo sempre fedele a me stessa.
Carola.


11 commenti:

Ok, sei stata in vacanza dal mondo un giorno e sei andata così tanto in crisi di astinenza da dover scrivere 3 post di seguito?? @_@

Li vorrei commentare tutti, ma credo sarebbe come remare su una canoa contro uno tsunami :)

Allora, prendo il surf e cavalco lo tsunami e scrivo qua sull'ultimo... Mi gira un po' la testa, ma credo che il discorso di fondo sia che ti hanno rotto le scatole caricandoti di responsabilità e tu reclami il tuo spazio e la tua vita e gli altri imparino un po' ad arrangiarsi da soli?

Va bene come riassunto? Ce l'ho fatta a fare il "Bignami della Cantadora"? :)))

Un abbraccio

ps: un joker è di questo mondo per metà e per metà non lo è. E' questo il mio segreto, sono un pezzo dentro a tutte le cose, ma sempre sul bordo, sempre sul limite ;)

 

Avevo qualcosa da dire ma uno dei post non è mio,ma mi piaceva molto.
Solo uno spazio di riflessione di cui ho fatto il pieno ed ora mi rilasso.
Il discorso di fondo è più o meno centrato.
Non far molto affidamento sul mio sentire, che è sempre del qui e ora e domani è già tutto cambiato, da una psudo joker non ci si può aspettare coerenza e umori a linea continua,è tutto un cavalcare l'onda del momento quando nella malinconia, quando nella gioia, quando da sola,quando in mezzo alla gente.
Non ne dubitavo che un joker non è tutto di questo mondo altrimenti non sarebbe un joker e se fossi stato di questo mondo mentro ero in vacanza dal mondo non ti avrei risposto.
Un abbraccio.



 

Ah questa vibrazione...
Dell'essere ora quello che ci pare e ridere dello stupore degli altri quando: "Ma come??"

Pseudo Joker, poco pseudo e molto Joker :)

 

Mi puoi rifare la domanda? ihhihihi

 

Perché come? Dove quando? Chi cosa?
E soprattutto... quale domanda?

 

ahahahah sei proprio Joker :-)

 

Ti prendevo in giro per testare quanto sei joker :-)

 

Ah sì, mi piace essere testato :)

 

http://it.wikiquote.org/wiki/Henry_David_Thoreau

magari già lo conosci, ma... mi ha fatto pensare a te ;)

Fanne buon uso!
Un abbraccio!

 

Non commento, preferisco quotarlo in tutti i siti che conosco!

 

Grazie Joker, lo conosco: il papà della disobbedienza civile :-) ma ti ringrazio per il fatto che ti abbia fatto pensare a me visto che rientra nella cerchia delle persone del passato che stimo e sento simili nel pensiero.

Ciao Mira

 

Posta un commento